La Calabria verso la zona gialla: superata la soglia critica delle Terapie intensive

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images La Calabria verso la zona gialla: superata la soglia critica delle Terapie intensive

  04 dicembre 2021 20:00

di GABRIELE RUBINO

La Calabria si avvicina alla zona gialla. L'incremento dei casi e, soprattutto, l'aumento della pressione ospedaliera potrebbero portare presto al cambio di colore. Se ne riparlerà in ogni caso in occasione del prossimo di monitoraggio (che Istituto Superiore di Sanità e Cabina di Regia effettuano nella giornata di venerdì sui dati dal giorno precedente), con le nuove misure che eventualmente scatteranno a partire da lunedì 13 dicembre. 

Banner

Per passare dal bianco al giallo occorre che siano raggiunti contestualmente tre parametri. Sul primo non ci sono particolari dubbi, vista l'andamento (crescente) dei nuovi casi positivi, cioè superare l'incidenza di 50 casi per 100 mila abitanti. Nell'ultimo monitoraggio, quello della settimana precedente, il valore è stato pari a 99,7 casi per 100 mila abitanti. Dopodiché, gli altri due indicatori decisionali riguardano la pressione sugli ospedali: le soglie critiche del 15% nei reparti di area medica e del 10% nelle terapie intensive. 

Banner

E' stata già superata quella delle Rianimazioni. Con i dati aggiornati al 4 dicembre, il tasso di occupazione delle terapie intensive è all'11,05%. Sono 20 i degenti sui 181 posti letto disponibili. L'unico indicatore che per il momento è da zona bianca è la percentuale di occupazione dei reparti ordinari (Medicina Covid, Malattie Infettive, Pneumologia). Il tasso è pari al 14,4%, per effetto di 141 ricoveri su 979 posti letto attivati. In pratica mancano appena sei ricoveri al 15%, che coincide con la soglia critica. 

Banner

Non sarà un caso se il presidente della Regione Roberto Occhiuto ha annunciato che da lunedì 6 dicembre in tutto il territorio regionale sarà obbligatorio l'uso della mascherina all'aperto, che è una delle differenze fra zona bianca e zona gialla. Un anticipo di restrizioni di quello che potrà avvenire sette giorni più tardi. 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner