A Catanzaro un progetto didattico tra Figc e CsaIn per arginare il fenomeno del bullismo tra i giovani

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images A Catanzaro un progetto didattico tra Figc e CsaIn per arginare il fenomeno del bullismo tra i giovani

  20 febbraio 2024 14:51

di FRANCESCO IULIANO

Un programma educativo e didattico per prevenire e fermare l’evoluzione dei fenomeni di bullismo, a supporto delle attività organizzate dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio (Figc). 

Banner

C’é tutto questo nel progetto “Insieme contro il bullismo” ideato e definito dal Comitato regionale della Figc - Lnd presieduto da Saverio Mirarchi, con la collaborazione con l’ente di promozione sociale, CsaIn (I Centri Sportivi Aziendali Industriali), presieduto da Amedeo Di Tillio. 

Banner

Questa mattina, nella sala congressi del Comitato regionale Figc, in via Contessa Clemenza, la presentazione dell’iniziativa nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato, con Mirarchi e Di Tillio, anche il delegato del Coni Calabria, Carmelo Sanzi, il presidente del Cip Calabria (il Comitato Italiano Paralimpico) Antonello Scagliola ed il coordinatore regionale di Sport e salute, Walter Malacrino.

Banner

“Abbiamo accolto con grande piacere - ha detto Saverio Mirarchi - di collaborare con il CsaIn per parlare di un fenomeno di grande attualità com’è quello del bullismo tra i giovani. Oltre all’attività agonistica, che è la nostra attività di riferimento, disponiamo di  un dipartimento sociale, istituito a livello nazionale, che si interessa anche di attività sociali. Come Comitato seguiamo attività sociali che ci impegnano, per esempio, in strutture come le scuole e/o gli istituti penitenziari.

Tutte attività sociali che accompagnano i nostri percorsi. Quella di oggi è un’opportunità che ci impegnerà ad affrontare il fenomeno del bullismo, entrando nelle scuole e discutendone con i ragazzi”. 

L’iniziativa - è stato detto nel corso dell’incontro - nasce dalla consapevolezza di quanto sia centrale, in questo momento storico, affrontare un fenomeno come quello del bullismo che sta dilagando nelle scuole, nelle piazze, nei luoghi di socialità frequentati dai giovani con conseguenze spesso molto gravi sul piano fisico ma soprattutto psicologico. Tra le finalità del progetto realizzato da Csaln e Lnd Calabria, la promozione del benessere all'intero delle scuole, la cura della qualità delle relazioni, la prevenzione di atti di violenza, prevaricazione e di esclusione e una grande attenzione alla crescita dei giovani come gruppo, proponendo modelli collaborativi e dialoganti nelle classi e nelle famiglie. 

Per fare questo, è stato necessario coinvolgere negli incontri con gli studenti una serie di professionisti con competenze multidisciplinari; capaci, cioè, di affrontare il tema da punti di vista specifici e particolari. Un approccio che consentirà di offrire ai giovani una panoramica, la più ampia possibile, su un problema che molti di loro continuano a vivere sulla propria pelle in silenzio e in assenza di risposte. 

“Una collaborazione - ha commentato Amedeo Di Tillio - che nasce soprattutto dall’amicizia e  la stima che mi lega al presidente Mirarchi. Più volte, nei sette anni che mi hanno impegnato nel Consiglio regionale del Coni, ho parlato di cooperazione tra i vari Enti e federazioni. Finalmente siamo riusciti a collaborare per parlare di un fenomeno che coinvolge i nostri ragazzi. Come enti di promozione che si occupano di aggregazione, ritengo che abbiamo il dovere di attenzione quelli che sono i fenomeni che quotidianamente vedono come protagonisti i nostri giovani. Per aiutarci in questa attività, a livello nazionale abbiamo individuato, quale responsabile per il settore scuola, il professore Ivo Ottolenghi, proprio per essere vicini al mondo scolastico che, secondo me, in questo momento, necessita di un supporto”.

Si parte il 12 marzo prossimo con l’incontro nel Liceo Scientifico ‘Pitagora’ di Rende. Un progetto itinerante che prevede incontri in cinque scuole della regione, una per ogni provincia, con la partecipazione di diversi professionisti, ognuno in grado di approfondire aspetti specifici della problematica affrontata. 

Al termine dei seminari, nel mese di giugno, è prevista una giornata conclusiva all'insegna dello sport presso il Comitato Regionale Figc - Lnd di Catanzaro con una manifestazione sportiva di calcio alla quale parteciperanno squadre delle scuole coinvolte nel progetto.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner