A Girifalco è emergenza cinghiali. Sale la paura e scatta una petizione popolare al sindaco: "Pericolo concreto"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images A Girifalco è emergenza cinghiali. Sale la paura e scatta una petizione popolare al sindaco: "Pericolo concreto"
Il pericolo della proliferazione incontrollata di cinghiali
  11 settembre 2021 20:05

Una petizione popolare promossa da Rocco Tolone, ex assessore al Comune di Girifalco, in merito alla critica emergenza causata dai numerosi cinghiali presenti sul territorio, è stata inviata al sindaco  per sollecitare "un solerte intervento". 

"I sottoscritti cittadini del Comune di Girifalco - si legge nella petizione con tanto di firme allegate -  nella loro  qualità di proprietari di terreni agricoli esistenti sul territorio, spiegano che  è ormai prassi giornaliera che, in varie zone del nostro territorio, anche internamente all’abitato, siano segnalate presenze di numerosi cinghiali che devastano le colture agricole, invadendo giardini e orti". 

Banner

Inoltre segnalano che "l'unica iniziativa assunta questa estate, per fronteggiare il problema, è stato l’invio, da parte della Regione Calabria, di alcuni “selettori” che hanno abbattuto pochissimi capi rispetto al numero esistente e che i danni alle colture mortificano il morale di chi si impegna a mantenere in ordine e  con sacrificio le campagne vicine, oltre naturalmente ad arrecare danno economico alle famiglie e piccole imprese che invece vivono dei prodotti della terra. Ma, se non  bastasse, per l’intralcio alla circolazione stradale, è sempre concreto il pericolo per la vita degli utenti della strada, visto l’elevato numero di incidenti stradali che sono conseguenza delle passeggiate fatte dagli ungulati per le pubbliche vie (urbane ed extraurbane)". 

Banner

Da qui l'appello ad adottare soluzioni nel più breve tempo possibile.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner