A Montepaone lido in dirittura d'arrivo la metanizzazione

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images A Montepaone lido in dirittura d'arrivo la metanizzazione
Mario Migliarese
  21 dicembre 2021 16:01

di AURELIO TUCCIO

A fine mese, in risposta a dei chiarimenti che aveva chiesto, l'autorità d'area, dovrebbe dare il via libera per il bando di gara che prevede la fornitura del metano e la costruzione delle infrastrutture necessarie a portare la metanizzazione sulle coste del basso ionio tra il catanzarese e il crotonese. Si tratta di un bando di gara europeo a cui fa capo, appunto, il Consorzio dei Comuni tra Catanzaro e Crotone, con Catanzaro come Comune capofila. All’interno del bando di gara il sindaco di Montepaone Mario Migliarese ha fatto inserire, con tanto di atto ufficiale e progetto preliminare, la fornitura per le zone marine di Montepaone Lido che conta oltre quattromila utenze attualmente servite dal più costoso gas GPL.

Banner

Si tratterebbe di un’operazione che darebbe una boccata d’ossigeno ed anche una buona spinta economica. Non a caso, questo sogno l’ha coltivato da subito Migliarese, sin dal suo primo insediamento, e nel tempo non si contano le riunioni che ha avuto con i gestori della rete, a Roma al Ministero dello Sviluppo Economico, alla Regione, ma la situazione era molto complessa perché la legge non consente la costruzione di nuove reti. D’altra parte, ai cittadini ciò potrebbe apparire incomprensibile, visto che l’operazione a prima vista è semplice, considerato che il metano passa sul fiume Grizzo a poche decine di metri dal centro commerciale.

Banner

Ma vi sono grosse problematiche tecniche perché il gas viaggia in forma liquida ad alta pressione e per portarlo nelle nostre case bisogna costruire una costosa cabina e impianti di decompressione dove riportarlo allo stato gassoso. Per rimediare a ciò, già da tempo il sindaco Mario Migliarese aveva proposto di farlo scendere da Montepaone Superiore dove la rete esiste già dagli anni ’70, ma facendo i conti ciò avrebbe impattato notevolmente sul portafoglio degli utenti finali che avrebbero dovuto dividersi i cospicui costi delle chilometriche tubazioni e impianti, perciò si è cercata l’attuale soluzione che dopo tante traversie è in dirittura d’arrivo. 

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner