A Reggio Calabria il 70% delle Associazioni sportive a rischio default

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images A Reggio Calabria il 70% delle Associazioni sportive a rischio default
Sport a Reggio Calabria
  01 aprile 2020 09:37

È questa la sintesi di un virtual meeting molto partecipato che ha riscosso un gran successo di pubblico con quasi 4.000 visualizzazioni, quello promosso e organizzato da ANCI giovani dell'area metropolitana di Reggio Calabria e che ha visto la partecipazione di Coni, Governo, Istituzioni locali, Federazioni, Enti di Promozione, Associazioni, Cittadini. Tutti hanno preso la parola e partecipato. Sono arrivate proposte, idee, spunti. In tanti hanno espresso preoccupazioni e paure. Questo primo tempo, di una bella e significativa partita che vede le persone e i ragazzi al centro, si è chiuso con interessanti e significative proposte da sottoporre alle istituzioni. È stato uno spazio di discussione aperto, libero da condizionamenti, senza colore politico o faziosità.

Al centro di tutto e tutti ci sono state le persone, lo sport di base che esalta i valori e la solidarietà. Grande disponibilità del parlamentare on. Nicola Provenza, componente della commissione Affari sociali della Camera dei deputati, che nel suo intervento ha rafforzato "l'idea dello sport di base quale strumento indispensabile per la crescita del territorio e di intere generazioni"

Banner

L'onorevole Provenza, ha preso l'impegno di presenziare a Reggio e di trasmettere il documento di idee proposto da Anci Giovani al ministro allo sport Spadafora. Ha portato l'idea di atleta e sportivo del Presidente Damiano Tommasi, il responsabile relazioni esterne dell'associazione italiana calciatori AIC,Fabio Appetiti. "Prima di tutti e tutto, vengono le persone", ha dichiarato Appetiti. "In questo momento, tutto lo sport, ha bisogno di ritrovarsi intorno ai valori che da sempre hanno generato la pratica sportiva".

Banner

"Il 70% delle società sportive rischia di scomparire" è stato detto. Il gruppo di lavoro, nei prossimi giorni, scriverà anche una lettera al Presidente della Fondazione con il Sud, Borgomeo, per ipotizzare un bando specifico su Sport, educazione e sviluppo territorio. Sarebbe un modo lungimirante per sostenere lo sport di base, lo sport giovanile e le associazioni del Sud". Ha chiuso i lavori, il presidente del Coni Calabria Condipodero. Anche il numero uno del Coni Regionale, ha manifestato il bisogno di maggiore unità nello sport. ‘Serve mettersi insieme con regole chiare e condivise’.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner