A S. Elia di Catanzaro una piattaforma polivalente per i giochi, Scarpino: "Il quartiere l'attendeva da decenni"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images A S. Elia di Catanzaro una piattaforma polivalente per i giochi, Scarpino: "Il quartiere l'attendeva da decenni"

  18 giugno 2024 11:46

 
“Dopo decenni, finalmente, il quartiere S. Elia potrà disporre di una piattaforma polivalente per i giochi”. Lo scrive in una nota il consigliere Francesco Scarpino. “Ad ospitarla – spiega – sarà l’area sottostante la scuola primaria e sarà attrezzata in modo da poterci giocare a pallavolo, basket e calcio a 5. Sulla stessa superficie, in più, verranno installati i giochi per i più piccoli, compresi quelli con disabilità visto che le risorse necessarie a realizzare il tutto sono a valere proprio sul Fondo per l’inclusione sociale delle persone con disabilità. I residenti di S. Elia – continua Scarpino – hanno chiesto negli anni, ripetutamente e con insistenza, di poter disporre di un’area opportunamente attrezzata per i giovani, i giovanissimi e i bambini, questi ultimi costretti a doversi accontentare della piazzetta pubblica. Il prossimo 28 giugno finalmente saremo in condizione di presentare il progetto, che arriva dopo un lavoro certosino di mesi, portato avanti con la piena e convinta condivisione del sindaco Fiorita e dell’assessora Pino, ai quali rivolgo per questo un ringraziamento sentito e non formale. Sarà una bella occasione per dimostrare che il governo cittadino, pur nei tempi tecnici necessari, continua a essere sempre attento al sociale e alla qualità della vita in tutti i quartieri, nessuno escluso, a cominciare da quelli che da troppo tempo erano in attesa di risposte concrete. L’impegno, da qui in avanti, sarà quello di seguire i passaggi burocratici per realizzare l’opera con l’auspicio di poter avviare i lavori a fine estate. Per il momento – conclude Scarpino – raccogliamo il primo frutto del lavoro fatto in questi mesi, dimostrazione dell’impegno nel rispetto dei cittadini che mi hanno dato fiducia”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner