A Taverna si festeggia la terza età

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images A Taverna si festeggia la terza età

  05 aprile 2024 09:39

Di CARMINE MUSTARI

La cittadina della Presila catanzarese si appresta a festeggiare la terza età con diverse iniziative. Una festa in allegria quella che l’amministrazione comunale ha intenzione di celebrare venerdì 19 aprile prossimo, festa da dedicare agli anziani del borgo presilano.  La manifestazione dedicata alla terza età giunge alla sua XXI edizione e che si celebra ogni anno ed è tanto attesa dagli anziani che approfittano della stessa per trascorrere una giornata di condivisione. La stesse coinvolge come ente promotore l’amministrazione comunale che ha sposato l’idea dell’assessorato ai Servizi Sociali in delega alla consigliera Carla Vero.  La giornata avrà un suo prologo con la celebrazione di una messa dedicata alla terza età e poi tutti gli anziani che hanno aderito all’iniziativa avranno modo di consumare in un ristorante locale un lauto pranzo offerto dal comune di Taverna. Successivamente gli stessi anziani trascorreranno un pomeriggio nella sala del ristorante ove sarà possibile condividere anche l’aspetto ludico della giornata, infatti, canti e balli saranno sani e puri momenti per dare sfogo al desiderio di divertimento degli anziani. “Una festa che coinvolge la maggior parte degli anziani di Taverna,   dichiara il primo cittadino Sebastiano Tarantino - e che ogni anno regala loro emozioni, molti di essi, infatti, difficilmente hanno una vita avvezza alla socialità, queste occasioni sono importanti per uno scambio di emozioni, perché no anche di affetto, amici che raramente si incontrano trovano modo anche di ricordare episodi, aneddoti, racconti legati alla propria gioventù, storie che sono patrimonio e memoria di epoche che in alcuni casi richiamano anche l’ultimo conflitto mondiale. Nei ricordi degli anziani, nei loro racconti esistono anche argomenti come l’emigrazione, alcuni narrano del proprio rientro nel borgo natio dopo una vita trascorsa a lavorare al Nord, e alcuni con le lacrime agli occhi rivivono il tutto poiché hanno ora l’esperienza di nipoti che partono per lo stesso motivo, la carenza di lavoro che li costringe ad una nuova ondata di emigrazione. Sono questi gli argomenti, tra ansie e paure, alcuni di loro rivivono il pathos per quello che è successo con il covid, che li ha costretti ad una solitudine forzata, le paure per questa tensione bellica tra Russia e Ukraina, che coinvolge politicamente i vari continenti.

Banner

Questa giornata - conclude il primo cittadino - è per loro importante, per uno scambio di considerazioni, per condividere momenti e ricordi, ma anche per avere un momento di puro relax. La festa - chiosa il sindaco - è uno degli aspetti quasi mondano, ma in questo campo abbiamo diverse iniziative in programmazione, una delle ultime è in via di definizione sarà l’inaugurazione del centro anziani che celebreremo lo stesso giorno alle 17, dopo qualche mese di lavori la sede sarà restituita agli anziani di Taverna. “

Banner

Foto: Taverna si inaugura il centro anziani

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner