Asili nido, a Catanzaro le tariffe più basse. Concolino: "Il Comune studia un bando per agevolare ancora di più le famiglie svantaggiate"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Asili nido, a Catanzaro le tariffe più basse. Concolino: "Il Comune studia un bando per agevolare ancora di più le famiglie svantaggiate"
L’assessore alle Politiche sociali, Lea Concolino
  30 ottobre 2019 16:42

“Il riconoscimento nazionale dell’Osservatorio prezzi di Cittadinanzattiva, che ha evidenziato come gli asili nido di Catanzaro siano quelli con le tariffe più basse fra i Comuni capoluogo (LEGGI QUI), è un risultato confortante sul quale l’amministrazione comunale, guidata da Sergio Abramo, lavorerà per consentire a tutte le strutture private accreditate di predisporre ulteriori agevolazioni nei confronti delle famiglie”.

Lo ha affermato l’assessore alle Politiche sociali, Lea Concolino, commentando i dati dell’Osservatorio prezzi e tariffe dell’organismo finanziato dal ministero dello Sviluppo economico.

Banner

“Palazzo De Nobili, infatti, sta da tempo lavorando alla predisposizione di un bando che permetta agli asili nido privati accreditati di accedere a finanziamenti finalizzati alla realizzazione di misure in favore dei propri utenti. La cifra a disposizione non è grossissima, ma può comunque rappresentare un primo passo per lo sviluppo di un sistema integrato, anche con il coinvolgimento della scuola pubblica, per agevolare fin dalle prime classi, quindi dai nidi, l’inserimento dei bambini con particolare riferimento a quelli delle famiglie più svantaggiate. Il “Pepe”, l’asilo nido comunale, garantisce già rette molto basse per nuclei familiari meno abbienti, l’idea è di estendere misure del genere anche alle strutture private col necessario supporto del Comune. Sarebbe auspicabile, in questo senso, che i servizi sul territorio rivolti ai minori garantissero la possibilità  di sviluppare relazioni, autonomia, creatività e apprendimento,  superando disuguaglianze e barriere economiche, etniche e culturali”.

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner