Accordo transattivo da 500mila euro tra Comune di Lamezia e Multiservizi per debiti pregressi

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Accordo transattivo da 500mila euro tra Comune di Lamezia e Multiservizi per debiti pregressi
Lamezia Multiservizi Spa
  04 gennaio 2024 20:02

di PAOLO CRISTOFARO

La società "Lamezia Multiservizi", partecipata del Comune di Lamezia Terme, che per quest'ultimo svolge numerose attività, ha siglato con l'Ente comunale un accordo transattivo (firmato dalla dottoressa Nadia Aiello per il Comune e dal dottor Eliseo Bevivino per LMS) del valore di 500mila euro. L'accordo si è reso necessario per via di pregressi pagamenti tardivi da parte del Comune nei confronti della LMS. "Il Comune ha pagato, tempo per tempo, con notevole ritardo, negli anni passati e comunque soprattutto fino al 2018, le prestazioni rese dalla LMS che, in virtù di tali declamati ritardi, ha sempre istato perché le venissero riconosciuti gli interessi moratori sulle prestazioni rese", è riportato nel documento dell'accordo. La notizia si evince dalla delibera di giunta del Comune di Lamezia del 29 dicembre scorso.

Banner

Dal canto suo, il Comune di Lamezia Terme circa le richieste di interessi moratori "ha sempre ritenuto di dover affrontare il problema in sede di verifica contabile", riporta sempre il documento di accordo transattivo. Tra le attività che svolge la "Lamezia Multiservizi" vi sono: pulizia spiaggia, gestione della mobilità, lavori urbani, gestione del verde, manutenzione stradale, servizio scuolabus e altre. Con comunicazione trasmessa a febbraio 2022, la LMS aveva chiesto al Comune interessi moratori per circa 4 milioni e 700 mila euro, riferiti a prestazioni di tutto il 2021. 

Banner

E' seguita un'attività congiunta tra amministrazione comunale e LMS per la verifica delle discordanze contabili. C'è da dire che l'Ente comunale, dal canto suo, non ha mai riconosciuto totalmente i debiti con la società. La verifica, pertanto, ha riguardato anche i dovuti accertamenti documentali relativi alle varie fatture. "Il Comune ha sempre contestato la debenza degli interessi di mora e ha negato il pagamento delle fatture in assenza i preventive determinazioni dirigenziali di impegno di spesa", riporta sempre l'atto transattivo che ha ricostruito la cronistoria degli eventi. 

Banner

Con l'accordo transattivo, tuttavia, a quanto pare, la LMS rinuncerà alla pretesa degli interessi di mora, purché l'Ente s'impegni a pagare una somma entro il 31 gennaio 2024. "LMS con la sottoscrizione del presente atto, rimossa ogni azione ed eccezione, rinuncia a reclamare nei confronti del Comune ogni qualsivoglia somma a titolo di interessi di mora per i ritardi [...] maturati e reclamati al 31 dicembre 2022 ad eccezione della somma di 400mila euro [...] a condizione che il Comune di Lamezia Terme paghi la somma di 100mila euro nei termini [...]. Il Comune, in sostanza, si riconosce, con l'atto transattivo, debitore di 500mila euro nei confronti della "Lamezia Multiservizi", che di fatto ha rinunciato a pretendere ulteriori e ingenti somme a titolo di morosità. Il consiglio comunale a fine dicembre 2023 - producendo la delibera prima citata - ha dunque riconosciuto il debito fuori bilancio con la LMS procedendo al conseguente necessario finanziamento.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner