Acquaformosa. Lunedì la comunità accoglierà la prima famiglia di afghani

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Acquaformosa. Lunedì la comunità accoglierà la prima famiglia di afghani

  11 settembre 2021 14:40

Da lunedì una famiglia afghana, madre e tre figli, appartenente al contingente di profughi scampati all'avvento drammatico dei talebani e giunti in Italia con i voli messi a disposizione dalla Farnesina, arriverà ad Acquaformosa comune italo - albanese della provincia di Cosenza. Ad annunciarlo, con una nota, è l'associazione "Don Vincenzo Matrangolo" di Acquaformosa, presieduta da Giovanni Manocci..

"Ancora una volta - è scritto in una nota - l'associazione 'Don Vincenzo Matrangolo' e il comune di Acquaformosa si dimostrano una realtà di accoglienza e un porto sempre aperto ai bisogni di uomini e donne che fuggono da situazioni di pericolo. Negli anni passati altri nuclei famigliari di afghani erano stati ospiti del progetto Sprar-Sai di Acquaformosa, soggiornando per oltre due anni, ottenendo il riconoscimento della protezione internazionale. Questi arrivi dimostrano come nel corso degli anni il Comune abbia dato una continuità a un progetto che ha già superato il decimo anno di vita che ha visto ospitare oltre 930 persone provenienti da 4 continenti e da oltre 70 nazioni e ben 125 etnie". Il sindaco di Acquaformosa, Gennaro Capparelli ha aderito all'appello dell'Anci mettendo a disposizione altri 10 posti aggiuntivi per famiglie provenienti da Kabul. "Questa madre e i suoi tre figli ad Acquaformosa troveranno l'ambiente giusto per vivere in serenità questo momento difficile e complicato della loro vita"

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner