Acque agitate al Comune di Gizzeria, i consiglieri Paola e Primavera scrivono al Prefetto: "Lesi i nostri diritti"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Acque agitate al Comune di Gizzeria, i consiglieri Paola e Primavera scrivono al Prefetto:  "Lesi i nostri diritti"
Gizzeria
  28 luglio 2023 21:25

Acque agitate al Comune di Gizzeria. I Consiglieri Giovambattista Paola ed Egidio Primavera eletti nella Lista Civica “L’Officina delle idee” ritenendo di essere stati lesi nell’esercizio del loro mandato istituzione nelle ultime due tornate dell’Assemblea hanno inviato una circostanziata nota di protesta per il comportamento del Presidente del Consiglio al Prefetto di Catanzaro. Questo il testo integrale della nota

Al Signor Prefetto di
Catanzaro
e p.c. - Al Presidente del
Consiglio Comunale di
Gizzeria

I sottoscritti Consiglieri comunali di Gizzeria,
Premesso che la seduta del Consiglio comunale di Gizzeria, convocata in seduta straordinaria per il 25 luglio alle ore 19.00 è andata deserta per mancanza del numero legale;
Che la stessa riunione, è stata riconvocata, in seconda convocazione per le ore 12.00 del 27.07.2023;
Che in violazione di quanto disposto dal regolamento del Consiglio Comunale, in modo del tutto proditorio, il presidente, insediava la riunione alle ore 12.10 e proclamava l'esaurimento della trattazione e contestuale approvazione dei 4 punti all'o.d.g. dopo soltanto 2 minuti dell'inizio dei lavori, nel mentre i due consiglieri di minoranza entravano nella sala delle civiche adunanze;
Rilevato ancora che tutto ciò ha gravemente leso i diritti dei sottoscritti consiglieri;
Che tutto ciò, conferma una forte riduzione degli spazi di agibilità democratica in questo Comune;
Che questi atteggiamenti rappresentano ancora una ferita ai principi fondamentali che regolano il nostro ordinamento;
Invitano, con la presente, la SS.VV. ad esercitare ogni prerogativa del suo Ufficio al fine di stigmatizzare le circostanze e le condotte sopra enunciate ed adottare ogni conseguente e opportuno provvedimento, in particolare, salva ogni altra e diversa determinazione, i sottoscritti ritengono sia doveroso, l'annullamento, pur in autotutela, della seduta illegittimamente celebratisi in data 27 Luglio del Consiglio Comunale di Gizzeria, con conseguente rinnovazione dei punti all'ordine del giorno.
Si coglie l'occasione per porgere Distinti ossequi.”

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner