Acque agitate nella Uil-Fpl dell'Asp di Catanzaro

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Acque agitate nella Uil-Fpl dell'Asp di Catanzaro
Il fitto carteggio
  11 giugno 2022 17:22

di MASSIMO PINNA

In una fase congressuale particolarmente impegnativa della Uil-Fpl e della Uil confederale, nei giorni scorsi si è aperto un acceso scambio di missive tra il referente unico del SUE 118 dell’Asp di Catanzaro, dottore Cosimo Francesco Zurzolo, e la Uil –Fpl confederale.

Banner

Il motivo, che ha costretto Zurzolo ha trasmettere un apposito esposto alla Uil, si basa su una richiesta di accesso agli atti a firma di Federico Giuseppe, di professione centralista (come delegato territoriale Uil-Fpl Catanzaro) che, a quanto pare, invece, risulta non essere soggetto abilitato e tantomeno autorizzato, a fare la richiesta stessa.

Banner

Ed infatti, come si legge nel primo degli esposti del dirigente Asp, Federico Giuseppe, con tanto di elenchi alla mano, non risulta delegato dalla rispettiva segreteria territoriale della Uil-Fpl, e dunque non autorizzato all’uso del logo Uil-Fpl che lo stesso ha usato per la sua richiesta di accesso agli atti. Che per ciò è stata cassata dal dirigente Asp.

Banner

E da qui, uno scambio epistolare e di esposti. Prima di Zurzolo al segretario nazionale e a quello regionale Santo Biondo. Poi, la risposta del segretario regionale Uil Fpl Elio Bartoletti.

Nota di Bartoletti che non ha prodotto un chiarimento. Anzi, se si può ha aggiunto altra confusione.

Se per il dirigente Asp, dopo sua esamina, Federico Giuseppe non risulta delegato sindacale, e dunque non abilitato ad accedere agli atti aziendali, per Bartoletti invece si.

Ma c’è di più. Il dirigente regionale butta altra benzina sul fuoco, alimentando un ulteriore scontro, ma questa volta, non tra Asp e Uil, ma proprio all’interno del sindacato.

Bartoletti, infatti, tra l’altro scrive nella risposta al dirigente Asp, come la vicenda “mi rattrista perché registro il fallimento del gruppo dirigente della Uil Fpl nel territorio di Catanzaro, il non aver saputo mediare i conflitti tra gli iscritti è un alto indice di manifesta incapacità…”.

E dunque, la vicenda, probabilmente finirà agli organi competenti. Sia del tribunale del lavoro per la vicenda Uil-Fpl dell’Asp di Catanzaro, ma a questo punto anche al collegio dei probiviri sindacali della Uil.

Ma non è tutto. Infatti, anche se la vicenda avrà sicuramente risvolti potenzialmente destabilizzanti per l’organizzazione e gli iscritti al sindacato Uil-Fpl dell’Asp di Catanzaro, ecco l’ultimo atto di questa vicenda di certo non conclusa, con un ulteriore esposto a firma del dottore Zurzolo.

Dove il dirigente aziendale, rimanda al mittente le accuse di comportamento antisindacale. Per l’Asp, in sostanza, Federico Giuseppe non risulta delegato Uil-Fpl e quindi non abilitato ad accedere agli atti aziendali Asp.

Per il segretario regionale Fpl-Uil, Elio Bartoletti, invece si. La vicenda, con ogni probabilità, come detto, arriverà in tribunale.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner