Addio a Nino Mustari, il messaggio di cordoglio di Annamaria Fonti Iembo

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Addio a Nino Mustari, il messaggio di cordoglio di Annamaria Fonti Iembo
Annamaria Fonti Iembo
  04 dicembre 2023 14:48

di ANNAMARIA FONTI IEMBO*

Un giorno mi raccontò che mentre saliva come al solito a Taverna vide lungo la strada un albero di pesco fiorito che si stagliava nel cielo, magnifico  coi suoi fiori rosati sotto la luce dolce e tenua del tramonto: ne fu così colpito da tornare indietro con la macchina, fermarsi, scendere e gustare  quell’immagine stupenda.Non mi meravigliai: ho sempre saputo  che Nino conservava intatto, come pochi, lo stupore! Guardava la Natura come si guarda un tesoro da scoprire e custodire, trasferendo nei suoi libri la bellezza della sua terra, i suoi boschi, il ruscello limpido  che scende a valle ,le case antiche della sua città. Con lo sesso stupore , descrive i suoi personaggi in quei libri che abbiamo letto con profonda ammirazione dove riconosceva valore ai mestieri più umili come l’agricoltura e l’allevamento dei greggi, dove  da’ risalto con attenzione e tenerezza  ai sentimenti che sgorgano dall’anima

Banner

Nel suo stupore per la Vita c’è la semplicità ,l’umiltà nel riconoscere la grandezza della Creazione,ma anche la curiosità e la tenacia di non fermarsi mai,di andare sempre avanti per altre e più significative      mete sociali e spirituali.

Banner

Mise nella sua carriera prestigiosa un impegno fatto di estrema diligenza ,alta professionalità,desiderio di servire tutti in particolare i Minori,perché per lui essere dirigente non significava comandare ma fare andare bene le cose.Questo  dimostrò in particolare nei periodi in cui  svolse le funzioni di Assessore alla pubblica istruzione del comune e quelle di presidente dell’Ardis.In quei periodi abbiamo ammirato ancor più la sua grande intelligenza politica  adottando provvedimenti di alto equilibrio amministrativo.

Milano,Isola Capo Rizzuto, Cutro, Taverna, quinto Circolo Campanella sonno state le sedi delle scuole dove ha dato il meglio di se ,facendosi apprezzare a dismisura per onestà indiscussa, capacità managerali, e sopratutto per aver saputo intessere relazioni garbate e autenticamente sincere,frutto   di umanità  profonda e squisita sensibilità.    

Come nella professione  con lo stesso ardore e forte volontà di fare il bene, lavorò nella Pastorale Scolastica della Diocesi e nell’Unicef.Il suo grande cuore non poteva esimerlo dal dedicarsi con passione al Volontariato.

Come dimenticare  le Giornate universali dell’Infanzia che abbiamo celebrato ogni anno per decenni in  Sila !  eravamo felici con centinaia di  Ragazzi, coi dirigenti scolastici, docenti e con l’intero Comitato Unicef provinciaLe, perché ci legavano l’amicizia,il rispetto ,la legalità,la partecipazione, eravamo felici perché accomunati dalla consapevolezza che difendere i Diritti dei Bambini e degli Adolescenti era senza dubbio un modo di cambiare le cose.

In questi giorni dilaniati dalle guerre crudeli  ,ottenebrati dalla violenza, dalla criminalià,dall’egocentrismo, deve essere viva in noi tutti  la Speranza concreta che il nostro lavoro può segnare l’alba di  un nuovo mondo.

Perciò  c’è qualcosa che  fa rimanere Nino  in mezzo a noi per sempre,un raggio non opaco o intermittente,ma luminoso  e continuo,fermo nello sfondo  del balenio del sole,come quell’albero fiorito: il suo Esempio di Vita che possiamo simbolicamente riconoscere nell’odore del pane,quella fragranza  che sa di casa,di famiglia di generosità,il pane della misericordia e della pietà.

Sei ora in Cielo , Nino, Uomo di Amore e di Pace".

*Past Presidente Provinciale e Regionale Unicef Calabria e Direttore dell'ufficio diocesano per la Pastotale Scolastica

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner