Aeroporto Crotone, la denuncia di 'Amici del Tedesco': "Insostenibile con un solo volo al giorno"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Aeroporto Crotone, la denuncia di 'Amici del Tedesco': "Insostenibile con un solo volo al giorno"
Aeroporto di Crotone
  12 luglio 2022 13:40

L’associazione Amici del tedesco chiede un aeroporto normale. Al momento lo scalo di Crotone è l’aeroporto più strano del mondo. In media ha un volo al giorno. Tenere in vita un aeroporto con un volo al giorno è controproducente. Eppure i passeggeri ci sono. Il coefficiente di riempimento dei voli da e per Crotone è tra i più alti d’Italia proprio perché siamo in una zona totalmente isolata. Lanciamo un appello alle istituzioni del territorio affinché facciano pressione su Sacal, ente che gestisce i tre aeroporti calabresi. Come è noto, la maggioranza di Sacal appartiene alla Regione Calabria. Purtroppo al momento non si vedono risultati concreti. La media dei voli è bene o male sempre la stessa. Questo è fortemente controproducente perché produce anche consistenti perdite. Giusto per fare un esempio, con un volo al giorno nessun operatore si sogna di prendere in affitto i locali dell’aeroporto di Crotone. Con più voli, alla Sacal entrerebbero più soldi perché di sicuro qualcuno inizierebbe a prendere in affitto gli spazi, attualmente tutti vuoti, dell’aeroporto di Crotone. Con più voli la Sacal incasserebbe più soldi con i parcheggi (attualmente gratuiti). Più voli significa portare più soldi a Crotone. L’esperienza positiva del collegamento Norimberga- Crotone è stata un esempio concreto. Un vero successo, turisti tedeschi e non solo sono arrivati soprattutto nel periodo fuori stagione. Qualcuno ha addirittura comprato casa. Nonostante la disponibilità di Norimberga a ripristinare il collegamento con Crotone, il volo è stato spostato su Lamezia. Sarebbe auspicabile che Crotone entrasse finalmente nel consiglio d’amministrazione della Sacal. Attualmente la terra di Pitagora è l’unico territorio calabrese a non essere rappresentato nel consiglio d’amministrazione della Sacal. Ci auguriamo di non vedere ancora comunicati che annunciano futuri progetti, ciò avviene in pratica da prima della pandemia. Adesso serve solo una cosa concreta: far arrivare qualche aereo in più.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner