“Aiutiamoci” spese e farmaci a domicilio per persone anziane e in difficoltà nella Città di Sersale

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images “Aiutiamoci” spese e farmaci a domicilio per persone anziane e in difficoltà nella Città di Sersale
Salvatore Torchia, sindaco di Sersale
  11 marzo 2020 17:44

di FRANCESCA FROIO

Una vera e propria macchina di solidarietà quella che si sta mettendo in moto in queste ore nella Città di Sersale, grazie alla sinergia tra enti, associazioni e cittadini che, attenendosi alle direttive nazionali, continuano a vigilare sulla città attivando, inoltre, servizi di supporto.

Banner

"Aiutiamoci" è questo il nome del progetto promosso dall'amministrazione Comunale, Assessorato ai Servizi Sociali, insieme alla Pro Loco di Sersale e a tanti volontari che hanno già dato la propria disponibilità. Un'iniziativa ideata per supportare  tutte le persone anziane che si trovano in stato di  difficoltà fisica e prive di adeguata rete familiare.

Banner

"Il progetto - come spiegato dal Sindaco Salvatore Torchia-  consisterà nella consegna a domicilio di farmaci e beni di prima necessità e nel disbrigo di piccole pratiche nel periodo di vigenza delle limitazioni imposte dalle disposizioni nazionali, regionali e locali per il contrasto della diffusione del COVID-19 (Coronavirus)".

Banner

                                                                                         

Il progetto "Aiutiamoci"


"Il servizio è a titolo gratuito e sarà gestito da una rete di volontari coordinati dall’Amministrazione Comunale e dalla Pro Loco di Sersale - ha specificato Torchia- i nominativi dei volontari, anche al fine di prevenire ed evitare truffe a danno dei cittadini, saranno comunicati al momento della richiesta".

Gli organi competenti hanno già reso noto il numero telefonico a disposizione degli utenti ( 333/2134920), che potranno mettersi in contatto con i volontari  ogni giorno dalle ore 08.00 alle ore 18.00, per comunicare esigenze e necessità, in particolare le seguenti:


1. Acquisto e consegna della spesa alimentare di beni di prima necessità;
2. Ritiro di farmaci da farmacie e parafarmacie;
3. Commissioni varie (impegnative o altre prescrizioni dei medici di famiglia).


"Un servizio garantito in tutta sicurezza perchè - come ha sottolineato il primo cittadino- Si evidenzia che non vi saranno contatti diretti con gli operatori, i quali avranno cura di consegnare le cose richieste senza entrare all’interno delle abitazioni, mantenendo sempre le distanze (almeno un metro) fissate dalle disposizioni vigenti".


"Si ringraziano di vero cuore i ragazzi del servizio civile della Pro Loco, i percettori del Reddito di Cittadinanza, i lavoratori in mobilità e tutti i giovani volontari che hanno manifestato o che manifesteranno la propria disponibilità a collaborare alla realizzazione dell’importante progetto di utilità sociale - ha concluso il sindaco ricordando che - t
utte le persone che vorranno collaborare nella realizzazione del servizio potranno comunicare la propria disponibilità al numero 333/2134920".

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner