Al BergaFest di Reggio, premio speciale per il ricercatore Musolino dell'Umg

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Al BergaFest di Reggio, premio speciale per il ricercatore Musolino dell'Umg
Musolino (al centro con il premio) insieme ai componenti il laboratorio
  26 luglio 2022 16:37

di FILIPPO COPPOLETTA

Si è tenuta a Reggio Calabria la XXII edizione del BergaFest, l'evento incentrato sul tipico agrume reggino. La cerimonia, organizzata dall'Accademia Internazionale e dal suo presidente Vittorio Caminiti, si è sviluppata presso il nuovo Museo del Bergamotto della città metropolitana, con la consegna dei mandati di "Ambasciatori" e l'assegnazione di riconoscimenti speciali a personalità che con la loro dedizione si faranno veri “portavoce” dell’oro verde reggino, avendolo già promosso e facendo qualcosa di nuovo e importante per la valorizzazione del pregiato agrume nelle proprie attività professionali.

Banner

Tra gli altri, un premio speciale per la sessione "Giovani Ricercatori 2022" è stato consegnato al dott. Vincenzo Musolino, ricercatore ed esperto di Biologia Farmaceutica presso l'Università Magna Graecia di Catanzaro. Il riconoscimento è stato attributo per il "significativo contributo dato alla ricerca sul bergamotto, in particolare sulla valutazione dell'estratto polifenolico del bergamotto su un modello murino di steatosi epatica".

Banner

«Un onore ed un privilegio» per il ricercatore che non ha nascosto, nel suo intervento, la difficoltà spesso riscontrata nel portare avanti l'attività di ricerca in Calabria. Musolino ha voluto elevare un ringraziamento particolare al docente dell'Umg, Vincenzo Mollace, «senza il quale - ha detto - oggi non potrei essere qui», aggiungendo altresì la propria gratitudine verso i colleghi del laboratorio di ricerca dell'ateneo catanzarese. 

Banner

CURRICULUM MUSOLINO

Vincenzo Musolino. Nato a Locri (RC) il 12 maggio 1982, nel 2009 si laurea in Biotecnologie Industriali presso l'università degli studi di Milano Bicocca. Nel suo percorso formativo durante la preparazione della tesi specialistica svolge un anno di studio presso il laboratorio di Functional Biology coordinato dal Prof. J. Windericx, presso l'Università di Leuven, in Belgio. Ad aprile 2014 consegue il Dottorato di Ricerca in Scienze Farmaceutiche presso l'Università "Magna Grecia" di Catanzaro. Durante il periodo di dottorato di ricerca frequenta per un anno il laboratorio del Prof. Stefan D. Anker, dell'Istituto Charitè di Berlino, Germania. Nel 2017 su incarico conferitogli dall'H&AD (Herbal & Antioxidant Derivatives), sviluppa uno studio sulla "Valutazione dell'estratto polifenolico del bergamotto (BPF) su un modello murino di stato epatite non alcolica". Il complesso polifenolico andava a migliorare diversi segni della patologia (ad es. l'infiammazione del fegato, tolleranza al glucosio e all'insulina). Dal 2020 è ricercatore a tempo determinato presso la Cattedra di Biologia Farmaceutica - Dipartimento di Scienze della Salute (UMG). La ricerca scientifica di Musolino concerne la Biologia Farmaceutica, l'attività biologica di droghe vegetali e studio di piante della medicina tradizionale e tipiche della flora medicinale regionale; la caratterizzazione e l'estrazione di estratti erbali per la definizione di nuove formulazioni di alimenti funzionali al fine di valutarne l'efficacia e la sicurezza attraverso la sperimentazione in vitro e in vivo. È coautore di oltre 65 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner