Al via Trame Festival: oltre 100 ospiti, 6 giorni di eventi, nuove locations e una mostra inedita dedicata alle opere confiscate alle mafie

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Al via Trame Festival: oltre 100 ospiti, 6 giorni di eventi, nuove locations e una mostra inedita dedicata alle opere confiscate alle mafie

  18 giugno 2024 11:30

La tredicesima edizione di Trame Festival prende il via oggi con un programma fitto di eventi che si protrarrà fino al 23 giugno.

Il festival, che mira a sensibilizzare il pubblico sui temi della legalità e della lotta alle mafie attraverso la cultura, inizia con un'intensa giornata di apertura. Alle ore 18, presso il Complesso monumentale di San Domenico, avrà luogo l'inaugurazione ufficiale. Nuccio Iovene, Presidente della Fondazione Trame, Giovanni Tizian, Direttore del Festival Trame.13, daranno il benvenuto ai partecipanti: Lorenzo Canova e Pietro Folena dell'Associazione Metamorfosi, Simona Bruni, Direttrice del Museo Archeologico Lametino, Wanda Ferro, Sottosegretario del Ministero degli Interni, Bruno Corda, Direttore dell'Agenzia dei Beni Confiscati, Giuseppe Falcomatà, Sindaco di Reggio Calabria, Paolo Mascaro, Sindaco di Lamezia Terme, e Claudio Quaternato, Project Manager della Fondazione CDP. Taglio del nastro per la mostra "Visioni Civiche. L'arte restituita" presso il il Museo Archeologico Lametino. La mostra, promossa dalla Fondazione Trame in collaborazione con l'Associazione Culturale MetaMorfosi e curata dal Professor Lorenzo Canova, che espone fino al 28 luglio opere confiscate alle mafie e restituite alla collettività.

Banner

Sempre nel Complesso Monumentale di San Domenico, sarà possibile visitare, per tutta la durata del festival, la mostra fotografica "Il caso ‘Africo’" prodotta da Cortona On The Move in collaborazione con Intesa Sanpaolo e Gallerie d'Italia, a cura di Paolo Woods con la supervisione scientifica di Barbara Costa e la ricerca iconografica di Serena Berno e Silvia Cerri.

Banner

Alle 19, il Chiostro San Domenico ospiterà il dibattito "Il coraggio di ogni giorno", con Michele Abbaticchio, Vicepresidente di Avviso Pubblico, Giuseppe Politanò di Avviso Pubblico Calabria, e Giusy Caminiti, Sindaca di Villa San Giovanni, moderato da Massimo Razzi del Quotidiano del Sud.

Banner

Mentre una nuova strage di migranti, questa volta a largo di Roccella jonica, tinge di sangue le coste calabresi, il palco di Trame ospiterà l’incontro "Umanità e accoglienza nell’epoca del cinismo" con Don Giacomo Panizza, Comunità Progetto Sud, Filippo Miraglia di Arci Nazionale, Enzo Infantino di Resq Calabria e Leonardo Palmisano. Federica Margaritora di Radio Inblu modererà l'incontro, durante il quale verrà presentato il libro "ItaliApartheid" di Leonardo Palmisano. L'evento è organizzato in collaborazione con il Movimento Umanità In Ricerca e altre associazioni locali. Successivamente, il teatro interculturale "FILI" presenterà "Prendete e mangiatene tutti" di Erri De Luca, a cura dell'Associazione Comunità Progetto Sud e InRete Cooperativa Sociale.

Alle 21, nel Chiostro San Domenico, il magistrato Giuseppe Spadaro discuterà di "Caivano, Italia: Tra repressione e prevenzione" con Giovanni Tizian, direttore artistico di Trame13.

La serata si concluderà alle 22 nella Piazzetta San Domenico con "Trame in musica". Roberto Occhiuto, Presidente della Regione Calabria, e Antonino De Masi, imprenditore, dialogheranno con il giornalista Pietro Comito. Seguirà un'esibizione musicale di Francesca Prestia insieme all’Orchestra Giovanile di Fiati “G. Scerra” di Delianuova (RC) diretta da Gaetano Pisano.

Maggiori informazioni e il programma completo della manifestazione sono disponibili sul sito: www.tramefestival.it

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner