Al villaggio Carrao è tempo di Palio

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Al villaggio Carrao è tempo di Palio
Palio del villaggio carrao
  19 agosto 2019 16:48

di TERESA ALOI

Un vero e proprio Palio. Giochi, competizione, allegria e goliardia. C'era tutto questo al Villaggio Carrao di Cropani Marina che ha celebrato la settimana del “Palio del Villaggio Carrao” giunto alla seconda edizione.
Ideato da Salvatore Lepera, il palio è nato  con l'ambizione di essere uno strumento per dare e ridare vivacità ad un luogo altrimenti spento. Tutto ha ruotato attorno a giochi competitivi tra le varie contrade scelte in base alle vie ubicate nel complesso residenziale ognuna con il suo simbolo, colore e il proprio “Capo Contrada”.
La Contrada della Cipolla Rossa di colore viola è stata capitanata da Maria Giovanna Pisani, la Contrada della Merendella di colore giallo e verde da Raffaele Saraco, la Contrada del Peperoncino di colore rosso da Vincenzo Giordano e la Contrada della Tellina di colore azzurro capitanata da Walter Caligiuri.
Il palio è iniziato con la decorazione da parte degli abitanti dei propri villini con gli addobbi di colore della propria contrada.
L’inizio dei giochi è avvenuto con una maratona, “Corricammina”, lunga due chilometri e ai partecipanti come premio finale è stata offerta dell'anguria.

Banner

Hanno aderito alla corsa più di 120 persone, tra cui bambini, ragazzi e adulti, tutti con le divise della propria contrada, ideate e realizzate dagli organizzatori. Dopo l'inaugurazione, nei giorni successivi si sono susseguite le varie discipline divise in categoria a seconda dell’età: bambini, dai 6 ai 13 anni, ragazzi, dai 14 ai 25 e adulti, dai 26 ai 101.
I giochi sono stati: il lancio dell’uovo per tutte le categorie, la staffetta della corsa coi sacchi, i calci di rigore in spiaggia, il gioco delle bocce per i bambini, il torneo di beach volley per tutte le categorie e nell’area ricreativa di piazza Santa Chiara, si sono svolti il gioco delle bocce e quello delle carte, tressette e briscola, entrambi per gli adulti.
Il palio si è concluso con una grande festa, in cui le pietanze sono state preparate, secondo le tradizioni calabresi, dai contradaioli stessi presso il bar “Lo squalo”.
La vittoria è andata alla contrada Tellina alla quale spetta detenere il trofeo ovvero un antico “Stricaturo” decorato con i simboli del Palio.

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner