Alle Europee FI punta su Princi, Daffinà: "Con lei l'Europa più vicina al nostro territorio”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Alle Europee FI punta su Princi, Daffinà: "Con lei l'Europa più vicina al nostro territorio”

  28 aprile 2024 11:03

 "La scelta di puntare su Giusi Princi alle prossime elezioni europee, ribadisce una precisa linea che Forza Italia, ad ogni livello, intende intraprendere. La nostra vicepresidente della giunta regionale, indubbiamente, rappresenta un profilo che esprime al meglio quello che la Calabria dovrebbe rappresentare all’interno del Parlamento continentale: serietà, competenza e impegno. Tre aspetti peculiari che, indubbiamente, convinceranno tutti i calabresi non rassegnati a sostenerla convintamente nella competizione elettorale dell’otto e del nove giugno prossimi”. Lo sostiene Tonino Daffinà, vicecoordinatore provinciale di Forza Italia in provincia di Vibo e sub-commissario alla Depurazione.

“Giusi Princi –sottolinea Daffinà –è stata, prima di tutto, un dirigente scolastico di assoluto livello, fautrice di innovazioni che hanno consentito di far cambiare corso al suo istituto scolastico. Le sue idee, i suoi input, indubbiamente, hanno fornito un contributo tangibile al pianeta istruzione, pur in una terra disagiata, rivelandosi apprezzati e soprattutto vincenti ben oltre i confini calabresi". Di conseguenza, "siamo certi che la decisione del governatore Roberto Occhiuto e del nostro coordinatore regionale Francesco Cannizzaro, di puntare su una donna valida come lei, rappresenti il segnale all’Italia ed all’Europa che la Calabria gode di risorse invidiabili, pronte a battersi ad ogni livello per la propria terra. Indubbiamente, la nostra candidata saprà interpretare al meglio -prosegue il vicecoordinatore vibonese di FI - la necessità di avvicinare il Parlamento europeo a territorio che un tempo venivano considerati marginali ma che, grazie all’accelerazione impressa da questa giunta regionale, hanno imparato a cogliere significative sfide di sviluppo, in un’area che rappresenta il crocevia tra culture differenti e nella quale, inevitabilmente, si dovranno gestire i principali processi di sviluppo europei nei prossimi anni. Processi che dovranno consentire di arrivare, una volta per tutte, a quella valorizzazione del nostro territorio che, con una calabrese di livello come Giusi Princi a Strasburgo –conclude Daffinà –sarebbe decisamente più agevole”.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner