Ama Calabria, al Teatro Grandinetti di Lamezia Terme arriva Leo Gullotta con "Bartleby" lo scrivano

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Ama Calabria, al Teatro Grandinetti di Lamezia Terme arriva Leo Gullotta con "Bartleby" lo scrivano

  16 marzo 2022 12:17

Ancora un nuovo grande appuntamento della stagione AMA Calabria con protagonista Leo Gullotta uno dei più bravi e originali attori italiani interprete Giovedì 17 marzo alle ore 21,00 al Teatro Grandinetti di Bartleby lo scrivano capolavoro che Herman Melville scrive nel 1853 dopo Moby Dick, grande storia romantica di un titano di nome Achab che affronta e sfida l'assedio di un oceano oscuro in una spietata lotta per la vita e per la morte.

Con Bartleby, lo scrivano tutto sembra essersi calmato, spenti i fragori dei marosi, l'oceano si è ritirato e il panorama cambiato: siamo a Wall Street ai febbrili inizi di quello che si avvierà ad essere il più assediante, oscuro, spietato sistema finanziario/produttivo del mondo; il cuore pulsante intorno al quale nasceranno più di cento anni dopo, globalizzazione e crescite variamente felici. L'oceano si è trasformato nel mare dell'economia e della produttività, il Pequod in un ufficio seminterrato, la ciurma di marinai in un'altra ciurma di scrivani, Ismaele si è fatto avvocato e l'assedio di Wall Street è tale che si rende necessario assumere un aiuto, uno scrivano in più, un altro gigante, un altro titano: Bartleby.

Banner

L'ossessionato e ossessivo capitano si è trasformato in Bartleby, l'ultimo dei marinai arruolato, eppure capace di realizzare una lenta, progressiva, pacata messa in crisi di un sistema di cui non riconosce il valore positivo. Mentre tutto e tutti (scrivani, religiosi, soldati, banchieri, politici, artisti) procedono aggressivi e baldanzosi, forse colpevolmente ignari, fra nuove ricchezze e nuove schiavitù, l'ultimo entrato in scena si mette di traverso e con una frase che sembra arrivata da un remoto passato monastico, avvia un inesorabile processo dubitativo di disgregazione di un moloch che si incarna nel binomio "lavoro/dovere". Bartleby si incunea e si incista nella storia positiva di Wall Street ma non è un batterio che ammalerà l'ambiente, è la cura che proverà a salvare un mondo malato che si nutre di numeri e algoritmi. Bartleby è l'eroe dell'inazione, della non violenza che è azione negativa e construens allo stesso tempo; è il titano della grazia leggera di chi dice "non in mio nome"; è il gigante che usa un piccolo granello e poi un altro e un altro per inceppare il grande meccanismo che regola e cadenza notte e giorno dell'homo oeconomicus. Bartleby per tutto il tempo cerca il raggio di sole che una volta al giorno entra nell'ufficio sepolcro; forse Bartleby è principalmente questo, un seme che eroicamente, pervicacemente grida sottovoce il proprio diritto alla scelta e alla libertà e si fa filo d'erba in mezzo al cemento, contro tutto, ma per tutti.

Banner

Sarà possibile assistere allo spettacolo con l’abbonamento per l’anno 2022 oppure acquistando il biglietto d’ingresso al Teatro Grandinetti o on-line al seguente link: https://www.amaeventi.org/evento/bartleby-lo-scrivano/

Banner

L’ingresso sarà consentito solo se muniti di Super Green Pass e di mascherina FFP2.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner