Antonio Talarico: "La Secessione mascherata da autonomia differenziata"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Antonio Talarico: "La Secessione mascherata da autonomia differenziata"

  21 giugno 2024 12:13

di ANTONIO TALARICO*

Da oltre trent’anni, la lega aspirava a realizzare questo sogno, le hanno provate tutte, financo far credere che gli slogan forza Etna e Vesuvio, appartenessero ad una banda di scalmanati con le corna. I meridionali, noi meridionali, è storicamente risaputo, siamo un popolo accogliente e solidale, propenso al perdono. Purtroppo, quanto accaduto in questi giorni, anche con la complicità della deputazione meridionale, ha fatto sì che gli attori di oggi Calderoli in sostituzione di Miglio e Salvini di Bossi, portassero a compimento l’operazione di emarginazione del SUD ITALIA. A nulla sono serviti il monito della banca D’Italia e di centinaia di esperti. Sa da fa’ E BASTA. E così è stato. I festeggiamenti sono iniziati, la gente del nord si lascia intervistare per un risultato inseguito da oltre 40 anni. Non vi è dubbio alcuno sul risultato politico di Salvini: riconquistare il nord e rifondare la lega nord!!!! Cosa può importare dei post mal di pancia dei leghisti Calabresi? Quanto incidono in termini di consenso se il nord tornerà compatto a votare lega? Tutto calcolato, anche il voto in notturna. Ma, se la lega ha vinto, cosa potrebbe accadere ai complici? Se già nel mezzogiorno sul voto europeo qualcosa è successo? Il Governatore Roberto Occhiuto, da attento osservatore ha già messo le mani avanti: sarà un boomerang per il Centro destra. Non penso che Il presidente Occhiuto sia preoccupato solo per questo, penso lo sia anche per i LEP rimandati a sine die e per le risorse mancanti, penso sia preoccupato per gli effetti immediati su alcune materie: LE REGIONI DEL NORD possono attingere fino al 90% sulle imposte pagate in quelle regioni e destinate al Governo Centrale da cui per esempio possono scaturire i contratti integrativi e quant’altro. Ed il Sud? Il Sud può aspettare. Si possono dare tutte le giustificazioni del mondo e difese d’ufficio che si vogliono, ma anche una persona ottusa, la più ottusa, capisce che è un atto che non solo penalizza, ma condanna a morte tutte le Regioni del Sud. Un risultato positivo c’è sicuramente stato, una presa di coscienza, un tardivo ravvedimento, un risveglio popolare, una certezza: Quella bandiera della Calabria Sventolata alla Camera Dei Deputati dalla Leghista, non appartiene alla stragrande maggioranza dei CALABRESI, me Compreso.

Banner

 

Banner

*Già consigliere Comunale di Catanzaro

Banner

Ex vice coordinatore Della Margherita

Iscritto IV

 

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner