Appalti nella Sanità, nelle carte anche un esame che diventa "una barzelletta"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Appalti nella Sanità, nelle carte anche un esame che diventa "una barzelletta"

  03 luglio 2024 12:47

Non solo appalti. Nella carte che stamattina hanno portato all'emissione di 15 misure cautelari (37 gli indagati complessivamenti) LEGGI QUI c'anche una procedura selettiva guidata da Giuseppe Lucio Cascini, prof dell'UMG e primario di Medicina Nucleare dell'ex Aou Mater Domini, finito ai domiciliari come figura centrale dell'operazione 'Sartoria' della Guardia di Finanza.

Nel caso specifico è la procedura per il conferimento di un incarico di prestazione occasionale nell'ambito del Progetto di ricerca "PON ARS01_00144 MOLIM ONCOBRAIN LAB", e  il prof Cascini  sarebbe stato protagonista di quella che gli inquirenti definiscono "una sceneggiata ridicola e degradante".

Banner

Avrebbe, secondo la ricostruzione dei magistrati,  chiesto alla segretaria di  compilare il verbale perché aveva già sottoposto al candidato le domande d'esame  e dinanzi allo stupore di quest'ultima  - non era neanche trascorso l'orario fissato per il colloquio e che quindi non poteva  essersi svolto l'esame avrebbe telefonato al candidato convocandolo presso il suo ufficio .Intanto, nell'attesa, avrebbe contattato da remoto gli altri candidati, registrandosi  problemi di collegamento. Poi, una volta giunto il candidato il prof avrebbe  inventato  le domande da fare. Da qui ne sarebbe nato  uno scambio di domande e risposte, battute e scherzi sulla pesca che nulla avevano a che vedere con l'esame che diventa "una barzelletta". 

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner