Armonie d'Arte Festival, grande attesa per la Wiener Philharmoniker al Parco Scolacium

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Armonie d'Arte Festival, grande attesa per la Wiener Philharmoniker al Parco Scolacium

  26 agosto 2022 17:26

Si preannuncia un concerto eccezionale e memorabile quello in programma lunedì 29 agosto per Armonie d'Arte Festival, ideato e diretto da Chiara Giordano: al Parco Archeologico Scolacium a Borgia, con inizio alle ore 22, si esibirà la più prestigiosa e amata orchestra del mondo,  nella compagine da camera, la Wiener Philharmoniker.

E se il grande pubblico la ricorda per il tradizionale e famosissimo concerto di Capodanno dal Musikverein di Vienna trasmesso in mondovisione, per tutti gli amanti della musica, classica in particolare, rappresenta una vera e propria icona. Addirittura leggendarie alcune esecuzioni e le collaborazioni con direttori e solisti che hanno fatto la storia del concertismo dell'ultimo secolo, ed è la prima volta che la blasonata formazione orchestrale si esibisce in Calabria e, per l'occasione, in esclusiva italiana.

Banner

Eseguiranno un programma nel contempo ricercato e raffinato ma anche godibilissimo per pubblico non consueto alla musica classica, che va da Antonio Vivaldi  (Concerto per 4 violini e orchestra d’archi in Si minore RV 580 e Concerto per due violini e due Violoncelli Sol magg. RV 575) ad Ottorino Respighi ( Antiche danze ed arie per liuto, Suite Nr. 3), al Liebeslieder-Walzer op. 52 di Johannes Brahms e alla  Serenata Nr. 2 in Do magg di Robert Fuchs.

Banner

Per questo evento il Festival rivolge un invito particolare, con un ticketing dedicato, a tutti i musicisti calabresi, soprattutto ai giovani, ritenendo questo concerto un'occasione straordinaria e praticamente unica in questa regione, ancor più  per i professionisti della musica.

Banner

Il presidente e direttore artistico del Festival, Chiara Giordano, sottolinea che "dopo il grande successo della programmazione 2022 fin qui realizzata, con consensi veramente lusinghieri, arrivati anche da contesti estremamente qualificati, a livello  nazionale ed internazionale, nonché degli stessi artisti di più alto profilo, crediamo che il territorio, ovvero le istituzioni ma soprattutto l'impresa, l'associazionismo, gli operatori e così via, ora possano proficuamente riconoscersi in Armonie d'Arte, abbracciarlo e considerarlo uno strumento privilegiato di crescita e benessere, individuale e collettiva".

Ogni informazione su www.armoniedarte.com

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner