Arte e cultura insieme per far rivivere il borgo di Savuci

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Arte e cultura insieme per far rivivere il borgo di Savuci
La presentazione di Savuci in Festival
  01 agosto 2019 14:22

L’antico borgo di Savuci tornerà ad animarsi con una ricca tre giorni di arte, cultura e divertimento. L’amministrazione comunale di Fossato Serralta, nel cuore della Presila catanzarese, ripropone, dopo il successo dello scorso anno, “Savuci in Festival” con l’intento di far rinascere un luogo dalla suggestiva origine storica e dal pregio paesaggistico, ormai spopolato da secoli. Si partirà lunedì 12 agosto con “Savuci pop”: convegno sul tema “Mimmo rotella 2.0” a cui seguirà lo svelamento del murales realizzato da Massimo Sirelli e una serata di musica elettronica. Il 13 agosto sarà la volta di “Savuci memoria”, una giornata dedicata alle radici identitarie del borgo con il laboratorio dei cestai fossatesi e live musicali. Mercoledì 14 agosto “Savuci girotondo”: sarà svelato il secondo murales di Leonardo Cannistrà e si chiuderà con il concerto del cantautore calabrese Carmine Torchia.  

A presentare i dettagli della manifestazione in una conferenza stampa, tenutasi al Palazzo della Provincia, è stata Barbara Dornetta, assessore alla cultura del Comune di Fossato Serralta: “Sono diversi gli interventi messi a punto – ha detto - per portare nuova vita nel borgo di Savuci all’insegna dell’arte e della cultura. Per dare un segno tangibile del nostro impegno abbiamo ottenuto dalla Prefettura il via libera per l’intitolazione di alcune vie e piazze a personaggi simbolo come Rino Gaetano, Mimmo Rotella, Fabrizio De André e Luigi Pirandello. Per facilitare l’accesso alla vallata, abbiamo predisposto anche un servizio navetta che consentirà a tutti i partecipanti di raggiungere in sicurezza la location tutti e tre i giorni per l’inizio degli eventi fissato alle ore 17”.

Banner

Savuci in Festival, sostenuto dalla Regione Calabria, si distingue anche come positivo esempio di collaborazione e di cittadinanza attiva e consapevole con “tutta la comunità impegnata a ripulire l’area e a rendere accessibili gli alloggi come vere e proprie gallerie all’aperto”.  Il direttore artistico Bruno Bevacqua ha evidenziato che le giornate vedranno anche l’allestimento di installazioni artistiche, mostre fotografiche, laboratori, momenti di animazione bimbi e aree food: “Abbiamo dato vita ad un progetto condiviso – ha detto – e ad una grande occasione di dialogo che deve coinvolgere l’intera fascia della Presila in un percorso di crescita collettiva a beneficio del territorio”. 

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner