Asp Catanzaro, nuova tecnologia per il trattamento del dolore a Lamezia Terme e Soverato

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Asp Catanzaro, nuova tecnologia per il trattamento del dolore a Lamezia Terme e Soverato
L'ingresso dell'Asp di Catanzaro
  11 aprile 2022 16:16

L’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, diretta dal Commissario Straordinario dott. Ilario Lazzaro,  si è arricchita di nuova tecnologia per il trattamento del dolore: la radiofrequenza pulsata. A Lamezia Terme, dal 7 aprile scorso, l’equipe composta da medici ed infermieri dell’Unità operativa complessa Anestesia e Rianimazione, diretta dalla dott.ssa Anna Monardo e della Struttura Semplice Dipartimentale Anestesia di Soverato, diretta dal dott. Pantaleone Grande, ha effettuato i primi trattamenti terapeutici presso l’ambulatorio del Presidio Ospedaliero “Giovanni Paolo II”, avvalendosi della preziosa collaborazione del dott. Domenico Quattrone dell’Ospedale “Bianchi Melacrino Morelli” di Reggio Calabria. Sono stati effettuati trattamenti di radiofrequenza pulsata a cinque pazienti affetti da dolore cronico rachideo.

I pazienti potranno accedere al servizio con apposita prenotazione, che potrà avvenire tramite il CUP presente nelle strutture dell’ASP di Catanzaro, le farmacie abilitate, il portale del cittadino (https://prenotazione.asp.cz.it), il numero unico provinciale (0961 789789) o attraverso la preospedalizzazione presso l’ambulatorio di Anestesia e Rianimazione.  I pazienti prenotati saranno visitati dallo specialista del dolore e saranno i medici anestesisti dedicati alla terapia del dolore ad  assegnare il percorso terapeutico necessario. Questo servizio viene garantito sia nel Presidio Ospedaliero di Lamezia Terme e sia nel Presidio Ospedaliero di Soverato.

Banner

L’Asp di Catanzaro ha attivato questa nuova prestazione in quanto si occupa di trattare la sintomatologia dolorosa cronica e di migliorare la qualità di vita dei pazienti che ne soffrono. Il dolore rachideo è, infatti, una della principale sindromi di maggiore impatto epidemiologico e che spesso condiziona la vita sociale e lavorativa dell’individuo. Questa nuova tecnologia per il trattamento del dolore consentirà una migliore ripresa per i pazienti che vorranno usufruirne.

Banner

 

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner