Associazione Emergenza Sanità Girifalco: “I cittadini al centro della salute pubblica”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Associazione Emergenza Sanità Girifalco: “I cittadini al centro della salute pubblica”
e

Sanità, territorio, salute. Università, associazione: il futuro passa da qui. E' di queste ore la notizia che Girifalco sia stato individuato quale sede di un ospedale di comunità. In pratica la Cittadella della Salute che l'Associazione ha proposto a partire dal 2019.

  21 dicembre 2021 11:06

Tanta gente di un vasto territorio, a salutare l’esordio dell’Associazione Emergenza Sanità Girifalco, nella sala parrocchiale di piazza Umberto I.

“La sanità ai cittadini”, al centro del dibattito, con il patrocinio del Consiglio Regionale della Calabria, presente l’onorevole Valeria Fedele e la Provincia di Catanzaro, ieri rappresentata dal consigliere Sergio Costanzo. Un successo di critica e di pubblico, grazie alla Parrocchia di Santa Maria delle Nevi e al servizio d’ordine della Prociv.

Banner

Banner

Introdotti e moderati dal presidente del sodalizio, il giornalista e sindacalista, nonché collaboratore de La Nuova Calabria Massimo Pinna, gli ospiti e gli interventi hanno catturato l’attenzione dei presenti. Il presidente ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato per la riuscita dell'evento. Al quale doveva partecipare anche il direttore generale dell’Asp di Catanzaro, il dottor Ilario Lazzaro ma che per impegni pregressi non ha potuto presenziare all’iniziativa.

Banner

Girifalco, le sue strutture sanitarie. Materiali e umane. La sua storia, il suo futuro, la sanità di prossimità, la Rems, il centro di eccellenza psichiatrica e il futuro rapporto con l’Università Magna Grecia di Catanzaro, magnificamente rappresenta dal rettore, il professore Giovanbattista De Sarro e dai professori Angela Sciacqua e Ludovico Montebianco Abenavoli.

La scrittrice Rossella Nasso, con il suo “Il nemico in comune” e il presidente nazionale di Vitambiente, l’avvocato Pietro Marino. Tutti gli intervenuti sono stati fregiati della carica, con tanto di targa, di socio onorario dell’Associazione Emergenza Sanità Girifalco.

I cittadini al centro della sanità. Interventi puntuali, spunti da rilanciare da qui a breve. La salute prima di tutto, con la sanità che ritorna ai cittadini. Dopo i tagli dei decenni scorsi, la crisi pandemica ha drammaticamente evidenziato la necessità di un ritorno alla salute di prossimità. E di una visione integrata con il cambiamento climatico in un’ottica in cui tutto si lega.

Un sistema non più ospedale-centrico, ma che faccia rete tra le risorse umane e sanitarie, i territori e le associazioni che, come Emergenza Sanità, possono sussidiare la risposta pubblica e privata ai nuovi bisogni dei cittadini. La sanità ai cittadini, implica un nuovo ruolo e una nuova consapevolezza degli assistiti, cosi come ognuno ha diritto ad una sanità di genere. Una sanità ‘tagliata’ a secondo del soggetto da curare e assistere.

E la Rems, successo principale di quello che fu il Comitato, ora associazione, Emergenza Sanità Girifalco.

Un progetto di eccellenza psichiatrica che può ricevere il crisma di una convenzione con l’UMG di Catanzaro. Ora manca la politica. Che sarà al centro del prossimo impegno di Emergenza Sanità.

Peraltro, è di queste ore la notizia che Girifalco sia stato individuato quale sede di un ospedale di comunità. In pratica la Cittadella della Salute che l'Associazione ha proposto a partire dal 2019.

La fine del commissariamento, Azienda Zero, la legge sulla integrazione del Pugliese-Ciaccio con il Mater Domini - Azienda Ospedaliero Universitaria, fanno intuire che il vuoto si vuole colmare. E l’Associazione Emergenza Sanità Girifalco sarà della partita.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner