Avviamento Azienda Zero, rimangono i 'dubbi' dei ministeri vigilanti sulla sanità calabrese

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Avviamento Azienda Zero, rimangono i 'dubbi' dei ministeri vigilanti sulla sanità calabrese

  24 giugno 2024 19:08

Nonostante Azienda Zero, la creatura voluta da Roberto Occhiuto per coordinare le attività degli enti del servizio sanitario calabrese, stia andando avanti (e oggettivamente sia più che mai vicina a primi punti fermi) ancora non convince del tutto i ministeri vigilanti. E' quanto emerge dal verbale del tavolo della burocrazia romana dello scorso 11 aprile. 

L'indice è puntato sul decreto che disciplina il suo avvio e funzionamento. "La procedura delineata risulta poco chiara: non si comprende, infatti, quali siano i ruoli della Struttura Commissariale, del Direttore Generale/Commissario Straordinario di Azienda Zero, del Comitato dei Direttori e dei vari Gruppi di Lavoro da istituire. In particolare, non è chiaro a quale soggetto spetti il compito di adottare gli atti finali necessari al completamento del passaggio della singola funzione e delle relative risorse, umane ed economiche. Infatti, si segnala che l'articolo 2 stabilisce che viene ricondotto al Comitato dei Direttori il perfezionamento del passaggio di funzioni, mentre il successivo articolo 3 riserva alla Struttura commissariale la determinazione del "programma strategico di sviluppo e passaggio delle funzioni" e demanda al DG/CS di Azienda Zero la definizione delle aree di intervento relative al passaggio di funzioni".

Banner

Si legge ancora nel verbale: "l’articolo 6 prevede che il DG/CS di Azienda Zero ha la facoltà di procedere con modalità differenti in tutti i casi che si rendano indispensabili, predisponendo una relazione informativa da trasmettere alla Struttura commissariale per l'approvazione e al Comitato dei Direttori per la condivisione: questa previsione risulta generica e rischia di svuotare di
contenuto le disposizioni precedenti del Regolamento stesso; inoltre, introduce per la prima
volta il concetto di condivisione con il Comitato dei Direttori e di approvazione da parte della Struttura Commissariale, senza fornire maggiori precisazioni. In conclusione, si rimane in attesa dei chiarimenti richiesti e si raccomanda di prevedere tempistiche più celeri per il completamento del passaggio di funzioni, anche in considerazione del fatto che l'Azienda è stata istituita con legge regionale del 2021".

Banner

E ancora: "La relazione riferisce inoltre che al fine di addivenire al passaggio di funzioni secondo modalità chiare e idonee a non ingenerare duplicazioni di funzioni né vuoti di responsabilità, il perfezionamento del passaggio di funzioni viene ricondotto al Comitato dei Direttori formato dai Direttori Generali delle Aziende del SSR e presieduto dal Direttore Generale di Azienda Zero, con la funzione di agevolare la condivisione e l’attuazione delle decisioni e gli interventi programmati di cui all’articolo 4.6 dell’Atto Aziendale di Azienda Zero. Il Comitato dei Direttori, per la specifica circostanza, è da considerarsi integrato con il Direttore Generale del Dipartimento Salute e Welfare della Regione Calabria. I Tavoli rimangono in attesa di aggiornamenti, non senza ribadire le criticità riscontrate dai Tavoli e dai Ministeri affiancanti concernenti le modifiche alle leggi regionali in contrasto con il Piano di rientro che legiferano su Azienda Zero, per i quali rinviano agli esaustivi pareri resi, nonché ai pareri resi dai Ministeri affiancanti in sede di verifica di costituzionalità delle leggi regionali".

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner