Badolato. Gambiano picchiato e bastonato per aver chiesto il pagamento del lavoro: domani gli interrogatori (I NOMI)

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Badolato. Gambiano picchiato e bastonato per aver chiesto il pagamento del lavoro: domani gli interrogatori (I NOMI)
Il Tribunale di Catanzaro
  12 aprile 2021 13:59

Sono previsti per domani mattina dalle 10.30 gli interrogatori di garanzia davanti al Gup di Catanzaro per gli indagati dell'operazione che venerdì scorso ha portato all'emissione di 5 misure cautelari (arresti domiciliari) per Giuseppe Gallelli, 65 anni, Patrizio Gallelli, 41 anni, Vincenzo Ermocida, 29 anni (difesi dall'avvocato Fabrizio Costarella), Stefano Ventura, 36 anni (difeso dall'avvocato Vincenzo Cicino), Massimiliano Garretta 46 anni. Tutti e 5 sono di Badolato, dove sarebbero accaduti i fatti. 

Badolato. Gambiano picchiato e bastonato per aver chiesto il pagamento del lavoro: 5 ai domiciliari (I NOMI)

Secondo l'accusa portata avanti dal pubblico ministero della Procura della Repubblica Domenico Assumma, a luglio del 2020, Giuseppe Gallelli, detto Pepè, avrebbe aggredito il gambiano con un bastone in legno colpendolo al corpo ed al braccio sinistro, alzato per proteggere il capo. Subito dopo, arrivati sul posto, anche Patrizio Gallelli (figlio di Giuseppe), Vincenzo Ermocida, Massiliamo Garretta, Claudio Pupo (deceduto) e Stefano Ventura, avrebbero aggredito il gambiano minacciandolo "Bastardo negro ti ammazzo" e ancora: "Ora prendo una pala e ti metto sotto terra" (frase che sarebbe stata pronunciata da Ventura). 

L'aggressione sarebbe proseguita anche al di fuori dell'azienda agricola. 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner