Ballottaggio a Catanzaro, Talerico: "Appoggerò Fiorita ma in Consiglio resteremo autonomi"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Ballottaggio a Catanzaro, Talerico: "Appoggerò Fiorita ma in Consiglio resteremo autonomi"

  17 giugno 2022 18:11

Antonello Talerico appoggerà Nicola Fiorita. L'annuncio è arrivato questo pomeriggio nello studio del presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Catanzaro in vista del secondo turno in programma domenica 26 giugno. Talerico al primo turno è arrivato terzo alle spalle di Donato e Fiorita, avendo ottenuto il 13,12%. Il sostegno a Fiorita al ballottaggio non sarà formalizzato con un apparentamento tecnico e Talerico ha precisato che resterà comunque distante ("resto un uomo di centrodestra") dalla coalizione del candidato di centrosinistra. Ha inoltre reso noto che in Consiglio (lui stesso si conta 4 seggi) costituirà un gruppo unico e che non ha chiesto postazioni in Giunta o in partecipate. La coalizione che lo aveva sostenuto ha assunto posizioni diverse. Il partito di Noi con l'Italia, per bocca di Domenico Tallini, non appoggerà né Donato e né Fiorita. E proprio rispetto a Tallini, Talerico ha rivendicato reciproca autonomia e indipendenza. Fra le richieste a Fiorita :"una Giunta di alto spessore, diversa e che abbia fra i suoi componenti anche non candidati nelle liste"  

Banner

LE DUE LISTE 'IO SCELGO CATANZARO' E 'CATANZARO AL CENTRO' APPOGERANNO FIORITA, NOI CON L'ITALIA DI TALLINI HA FATTO SCELTA DIVERSA- "Dopo un confronto nella nostra coalizione, qualcuno di noi ha fatto scelte diverse. Noi con l'Italia ha scelto di lasciare libero l'elettorato. Noi, e intendo le due liste 'Io scelgo Catanzaro' e 'Catanzaro al Centro' che insieme superano il 7%, esprimiamo il 50% dei voti della nostra coalizione abbia invece inteso indirizzare il voto", aveva esordito così prima di rivelare la scelta rimarcando quindi le differenze di posizioni all'interno della sua coalizione. 

Banner

LA MIA SCELTA NON E' IDEOLOGICA MA SULLA PERSONA DEL SINDACO. L'ANATRA ZOPPA E' UN PROBLEMA CHE NON ESISTE DIVENTERA' UN CINGHIALE- Poi Talerico ha proseguito: "Tutti siamo consapevoli che il prossimo sindaco sarà di sinistra. Valerio Donato è sostenuto da liste di centrosinistra, centrodestra, area moderata e civismo in parte. Il presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso ha detto di non credere che Antonello Talerico, già candidato in Forza Italia, possa appoggiare Fiorita perché là ci sono Pd e M5S. Non ci sarebbe nulla di male, perché se la Lega appoggia un candidato che si definisce marxista e aveva la tessera del Pd non vedo perché Talerico, che non ha investitura partitica, non possa farlo. Bisogna dare atto al presidente Occhiuto di essersi disinteressato delle alleanze a Catanzaro. La mia scelta non è ideologica perché altrimenti non avrei dovuto appoggiare nessuno dei due che sono arrivati al ballottaggio. La mia è una valutazione sulla persona del sindaco". Talerico ha anche sminato il rischio di anatra zoppa, ossia la prospettiva di un'Amministrazione con il sindaco in minoranza in caso di vittoria di Fiorita:  "Qualcuno parla di anatra zoppa. Vedrete che quest'anatra zoppa diventerà un cinghiale. Da noi nessuno si dimette. Al massimo, a prescindere da chi sarà il sindaco, è piuttosto probabile che questo mandato durerà poco perché si potrebbe dimettere il sindaco. Ma che si dimetta il 50% più uno dei consiglieri scordatevelo. Sapete bene che determinati equilibri si recuperano e se tutti gli eletti come hanno detto puntano al bene della città non credo ci saranno problemi". 

Banner

RIMARRO' IN CONSIGLIO COMUNALE, NON HO CHIESTO POSTI IN GIUNTA- "Intendo rimanere semplicemente un consigliere comunale. Non ho chiesto e non chiederò a nessuno - ha aggiunto- di avere un ruolo nella Giunta, nelle partecipate. Questo a dimostrazione che il mio intendimento è quello di dare un contributo fattivo, appoggerò tutti i provvedimenti che riterrò utili e avverserò quelli che non mi convincono. Non farò apparentamenti tecnici. Non entrerò a far parte della maggioranza di nessuno dei due partecipanti. So bene che se dovessimo avere quattro seggi il nostro peso potrebbe esserci. Un peso che faremo valere". 

RIMANGO UN UOMO DI CENTRODESTRA, NON POSSO APPOGGIARE DONATO PER TANTISSIMI MOTIVI- "Io rimango un uomo del centrodestra e se dovessi entrare in Consiglio regionale rimarrò di centrodestra. Non rimarrò in Forza Italia. La mia scelta - ha precisato Talerico- diventa obbligata: appoggerò Nicola Fiorita ma non entrerò a far parte della sua coalizione con Pd e M5S. Non posso andare con Donato per tantissimi motivi. Posso io appoggiare un'area che mi ha posto un veto rispetto alla candidatura a sindaco e che non ha mai voluto un dialogo con me ma che adesso cerca i miei voti? Sapete come li cercano? Non tentano di interloquire con me ma hanno tentato di contattare tutti i miei candidati con più voti. I miei candidati non sono dei mercenari, hanno un rapporto personale con me. Sapevano che arrivare al ballottaggio sarebbe stato difficile e che quello che abbiamo fatto è un miracolo. Appoggio Nicola Fiorita non perché abbiamo trovato un accordo sul dare-avere. Non ci sarà nessuna ingovernabilità. Dei 18 che potrebbero entrare c'è già qualcuno ballerino, ci sono molti mal di pancia di chi non è entrato. Vi posso assicurare che ci saranno molti candidati dell'area di Donato che voteranno Fiorita. Non possiamo spostare tutti i nostri voti, ma sicuramente riusciremo a farlo per una buona parte".    

TALLINI E' STATO IL PADRE POLITICO DI MOLTI CANDIDATI DI DOANTO, ADESSO FANNO I VERGINELLI- Infine la precisazione sui rapporti con Tallini. "Noi con l'Italia ha fatto la sua scelta e va rispettata. Noi siamo autonomi e indipendenti. Era l'unica lista partitica. Anticipo che scioglierò Catanzaro al Centro e formeremo un unico gruppo: 'Io scelgo Catanzaro'. Sono scelte assolutamente libere. Ho dimostrato di non dipendere da nessuno, nemmeno da Tallini. E' il padre politico di molti candidati dello schieramento di Donato e adesso fanno i verginelli. Loro si sono candidati, Tallini no". (g.r.)

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner