Beach soccer, Zurlo da urlo e Italia agli Europei. Danimarca ko

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Beach soccer, Zurlo da urlo e Italia agli Europei. Danimarca ko

  05 luglio 2024 22:29

Una prova da grande squadra, di maturità e solidità: gli Azzurri si impongono per 3-1 contro la Danimarca nell’ultima gara del girone all’International Beach Soccer Tirrenia 2024, centrando così la semifinale nel torneo e la qualificazione ai prossimi Europei in programma a settembre ad Alghero. Domani alle ore 19.30 (in diretta su Raisport e Vivo Azzurro TV) la semifinale.

Le dichiarazioni del Ct. Soddisfatto, e non poteva essere altrimenti, il Ct Del Duca al termine del match, vista la capacità della sua squadra di condurre quando serviva e poi di allentare i ritmi nel finale, controllando l’evolversi della sfida: “È stata una bellissima partita. Queste – ha sottolineato del Duca - sono le gare nelle quali riusciamo a prendere tanti spunti tattici e a crescere. I ragazzi hanno fatto tutto quello che avevamo chiesto loro e sono molto contento. Siamo un gruppo solido, granitico; quando riusciamo a entrare in ottica torneo, facciamo queste partite qui, perfette tatticamente.

Banner

La partita. Dentro o fuori. Abituati alle sfide senza un domani, gli Azzurri iniziano l’ultima giornata dei gironi all’International Beach Soccer Tirrenia 2024 consapevoli di non avere possibilità di appello: vista la precedente vittoria dell’Estonia sulla Cechia, i ragazzi di Del Duca sono infatti costretti a superare la Danimarca quantomeno entro i supplementari per centrare le semifinali.

Il confronto sembra iniziare in salita per gli Azzurri, con Bertacca che sbaglia il tempo dell’entrata e travolge Dorph: su rigore il capitano danese si fa però ipnotizzare da Casapieri, reattivo al punto giusto da neutralizzare la conclusione ravvicinata a gioco fermo dell’avversario, confermandosi uno dei migliori interpreti del ruolo al mondo. La Danimarca è una squadra ostica e arcigna, attenta in fase difensiva e chiusa per non lasciare varchi alla manovra azzurra; ma l’equilibrio resiste poco più di sette minuti, fino a quando capitan Zurlo si inventa un’acrobazia spettacolare e vincente per l’1-0, con cui si conclude anche la prima frazione di gioco.

Banner

Nella ripresa cambia la trama della partita, con la squadra scandinava costretta a una maggiore intraprendenza in fase offensiva per cercare di riequilibrare il confronto. Il portiere Madsen è uno dei punti di riferimento nella manovra danese e viene coinvolto costantemente per cercare la superiorità numerica, ma a metà della prima frazione di gioco arriva il raddoppio azzurro: Alla si guadagna il rigore e poi lo trasforma. L’Italia vive un ottimo momento nell’ultima parte del secondo tempo e in più circostanze sfiora la rete che avrebbe consentito ai ragazzi di Del Duca di andare sul triplo vantaggio prima dell’ultimo intervallo. E dal possibile 3-0 il tabellone luminoso segna invece il 2-1, con Madsen che segna su tiro libero, beffando Casapieri con un rimbalzo imprevedibile della sfera sulla sabbia. Sembra inevitabile andare all’ultimo riposo sul vantaggio azzurro di una sola rete, ma Genovali indovina un tiro da centrocampo tanto potente quanto preciso che si infila sotto l’incrocio a quattro secondi dalla fine del secondo tempo.

Nella terza e ultima frazione i ragazzi di Del Duca cercano di abbassare i ritmi, rischiando solo su una traversa colpita da Madsen e dando una grande prova non solo di maturità, ma di estrema solidità mentale.

Domani la semifinale, in attesa di scoprire l’avversario. Sarà decisiva la sfida delle 20 tra Francia e Romania: chi vince affronta l’Italia. (Figc.it)

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner