Botricello, partorisce a casa e quando chiama l'ambulanza è sprovvista di medico: mamma e figlia stanno bene

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Botricello, partorisce a casa e quando chiama l'ambulanza è sprovvista di medico: mamma e figlia stanno bene
Azienda Ospedaliera "Pugliese Ciaccio", Catanzaro
  27 luglio 2022 16:50

di TERESA ALOI

Ha partorito a casa, aiutata dalla madre e dal marito. Ma quando si è resa conto che era necessario l’intervento di un medico, ha chiamato l’ambulanza. Lei, 27 anni, di Botricello, sta bene così come la sua piccolina, Maria Rosaria.

Banner

Fortunatamente, perché poteva andare diversamente: la postazione Suem 118 di Sellia Marina, ancora una volta era demedicalizzata, ovvero sprovvista di medico.

Banner

Erano le 5,20 quando la giovane mamma si accorge che il parto è imminente. E’ alla 37settimana. Il parto avviene a casa e quando arriva l’ambulanza a bordo non c’era né il medico  ma un infermiere e, ovviamente l'autista.

Banner

Immediato il trasferimento della donna e della piccolina all’ospedale “Pugliese Ciaccio” dove arriva più o meno un’ora dopo  accolta  dal team Ostetrico -Ginecologico  di Catanzaro e dal team neonatale  in servizio la notte.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner