Calcio, 1a Categoria: il Borgia affida la panchina a Nicola Pugliese. Vasile al suo fianco

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Calcio, 1a Categoria: il Borgia affida la panchina a Nicola Pugliese. Vasile al suo fianco

  26 ottobre 2023 14:52

Ormai è ufficiale: Nicola Pugliese sarà l’allenatore del Borgia per il proseguo del campionato! Al suo fianco anche Francesco Vasile. 

Queste le parole del Ds Davide Procopio sulla scelta: 

Banner

“Innanzitutto tengo a ringraziare il mister uscente Fioretti per il percorso svolto lo scorso anno, abbiamo deciso di rilanciare lo “spirito borgese e da qui la scelta di Nicola Pugliese come allenatore e di Francesco Vasile come suo secondo, nella speranza di poter riavvicinare soprattutto i giovani e poter rilanciare questo spirito borgese che negli anni ha lanciato nomi importanti. Oggigiorno soprattutto nei paesi è fondamentale avere all’interno della propria rosa un gruppo corposo di almeno 7-8 elementi proveniente dal proprio settore giovanile. Perché aldilà dei nomi importanti e di giocatori di esperienza che sono  fondamentali per il raggiungimento di determinati obiettivi, è fondamentale avere un vivaio ben strutturato.”

Banner

Abbiamo poi intervistato il neo mister che ha così risposto alle nostre domande:

Banner

Ti aspettavi la tua nomina come allenatore? E quali sono state le prime sensazioni che hai provato?

“No, non mi aspettavo di essere nominato allenatore del Borgia, è stata una grande sorpresa ed una grande emozione sin da subito. Un opportunità unica! Naturalmente le prime sensazioni che ho provato dal momento in cui  è uscito fuori il mio nome come allenatore del Borgia sono dapprima state contrastanti, poiché sapevo che per poter svolgere questo importante compito al meglio avrei dovuto svestire i panni del giocatore che ho vestito fino al giorno prima; questo perché credo che gli impegni vadano affrontati al meglio e con la massima serietà: non sarei potuto mai essere un giocatore-allenatore, non credo si possa svolgere al meglio questo compito facendo entrambe le cose.”

Cosa ti ha spinto ad accettare l’incarico e superare i dubbi che potevi avere? 

“La cosa che mi ha convinto maggiormente e che ha spazzato via ogni dubbio, è stato l’entusiasmo della squadra tutta, in primis avvalorando loro stessi il mio nome per rivestire la figura di allenatore del Borgia per poter riportare quell’entusiasmo che si è un po’ perso e poter rialzare orgogliosamente la testa. Inoltre c’è stata una bellissima risposta da parte di tutto il paese, di tutti i nostri tifosi, e aver rivisto dopo tanto tempo la tribuna colma a Sala, di cui tanti venuti per me ha fatto si che provassi delle emozioni che non provavo da veramente tanto tempo”

Quali sono state le prime sensazioni nel giorno della tua prima partita da allenatore del Borgia?

“I tanti tifosi che sono accorsi per aiutare, sostenendo il Borgia a rialzarsi mi hanno emozionato. La partita è stata una partita molto difficile poiché preparata in poco tempo, con la notizia arrivata a metà settimana e con soli due allenamenti per poter proporre il mio concetto di gioco che sarà alla base di questo nuovo ciclo. Ho visto il giusto entusiasmo da parte dei ragazzi che si stanno impegnando al massimo per poter mettere in pratica tutte le mie idee. Stiamo lavorando davvero bene.”

Cosa ti aspetti principalmente dal tuo lavoro? 

“Il mio principale obiettivo prefissato è quello di riuscire a tirare il meglio da ognuno dei miei ragazzi, affinché si possano esprimere al meglio delle loro qualità che sono sia secondo me che secondo la società eccelse; siamo una squadra forte e competitiva. Sicuramente avremo bisogno di un paio di innesti poiché avendo lasciato io il posto da giocatore e avendo perso Andrea Fioretti siamo un pochino corti nel reparto difensivo e spero che verranno al più presto rimpiazzati e sono sicuro che sarà così. “

Come vi state approcciando alla partita di domenica, la seconda del tuo Borgia?

“La partita di domenica sarà difficile e delicata perché affronteremo fuori casa una squadra importante che conosciamo molto bene,  ma cercheremo di fare il massimo possibile per poi iniziare il nostro vero campionato da Lunedì, recuperando anche qualche infortunato e avendo l’obbligo morale di far bene e portare a casa dei punti che possano far risalire l’entusiasmo di tutta la piazza! Un altro obiettivo fondamentale mio e della società è quello di portare una dose massiccia di borgesità, di attaccamento alla maglia e al territorio perché mi rende triste vedere che quest’anno siamo rimasti veramente in pochi sia calciatori che pubblico borgese e mi auguro che questo trend possa cambiare! Per concludere ringrazio Fioretti per il percorso di crescita fatto insieme e il bellissimo campionato svolto l’anno scorso con un importante terzo posto conquistato sul campo”

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner