Calcio, Sila sempre più in pole nei ritiri precampionato

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Calcio, Sila sempre più in pole nei ritiri precampionato
Il Parco Nazionale della Sila
  15 luglio 2019 09:29

di GIOVANNI MERLO

Sono sempre di più le squadre, non solo di calcio, che scelgono la Sila per effettuare i classici ritiri precampionato. Una tendenza che sembra consolidarsi negli anni e che spinge anche molte società provenienti da altre regioni a scegliere l’altipiano calabrese quale sede per iniziare la preparazione atletica in vista della nuova stagione. Insomma, la Sila si propone in questo momento come una location ideale e alternativa alla storica regina dei ritiri, vale a dire il Trentino. Anche quest’anno infatti quasi tutte le calabresi hanno preferito il verde e i boschi di casa nostra per iniziare a sudare. A eccezione della Reggina che si allenerà al Sant’Agata, le nostre squadre hanno opzionato tutte le strutture presenti in Sila.

Banner

Il Crotone, per il secondo anno consecutivo, ha scelto “Il Brigante” di Villaggio Palumbo come struttura e lo “Stadio Ampollino” di Villaggio Baffa come campo di allenamento, entrambi situati nel comune di Cotronei: una zona completamente immersa nel verde con clima e altitudine perfetti per lavorare nel migliore dei modi durante il ritiro precampionato. Il Cosenza sarà a San Giovanni in Fiore. L’Hotel la Fattoria, nel Comune di Moccone, a 1272 metri sul livello del mare e dotato anche di una palestra, sarà invece la base del Catanzaro. E sempre a Moccone scalderà i motori il Rende. Ma ci sono anche altre squadre non calabresi in ritiro a luglio in Sila: il Monopoli e il Messina ad esempio. E peccato per il Palermo che si è mosso in ritardo e ha dovuto raggiungere il Trentino perché tutte le strutture silane erano ormai al completo.

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner