Capellupo, Carpino e Palaia ironici verso l'opposizione: "Pasticche per l'acidità di stomaco"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Capellupo, Carpino e Palaia ironici verso l'opposizione: "Pasticche per l'acidità di stomaco"
Palazzo De Nobili a Catanzaro
  07 luglio 2024 15:33

"C’è in televisione una pubblicità molto simpatica che promuove un noto farmaco contro l’acidità di stomaco. Racconta di un tizio che si aspetta di essere nominato direttore e poi, poiché la nomina viene data ad un suo concorrente, si consola con un camion di pasticche. È quello che servirebbe per lenire l’acidità di stomaco di un consigliere eterno che in più di quindici anni consecutivi non è riuscito, pur avendo pieni e incondizionati poteri su Lido, a risolvere nemmeno uno dei tanti problemi strutturali del quartiere".

Lo scrivono in una nota i consiglieri comunali Vincenzo Capellupo, Alberto Carpino, Daniela Palaia

Banner

Deve essere stato un duro colpo per lui incassare nel giro di pochi giorni una serie di interventi che la giunta Fiorita, da lui puntualmente offesa anche sul piano personale con inaccettabili invasioni della privacy, è riuscita a mettere a segno. Basterebbe l’eliminazione della puzza del depuratore, che il consigliere in questione e i suoi assessori non sono mai riusciti a debellare in tanti anni, ad avere provocato questo insopportabile malessere. E poi l’aumento della portata dell’acqua, la nuova illuminazione del lungomare, l’inaugurazione dell’info point, la sostituzione delle vecchie ringhiere sul lungomare, i lavori al Fosso Barbaruzza, la sistemazione di corso Progresso, la regata internazionale al porto, un festival degli aquiloni di cui dovrebbe chiedere notizie alle centinaia di bambini e famiglie che vi si sono avvicinate. Troppo, davvero troppo. Non vogliamo infierire ricordando il nuovo stadio Curto, la progettazione del Palatennis a Giovino, l’avvio della progettazione del sottopasso ferroviario, la riapertura del Centro fieristico per i maxi concorsi. Di camion di farmaci antiacidità ne servirebbe un secondo. Raccogliamo invece le giuste critiche sulla politica culturale, anche perché provengono da un consigliere ferrato in materia e che si è distinto negli anni per un’assidua partecipazione a tutti gli spettacoli pubblici e privati e a tutte le manifestazioni cultuali della città. Ne faremo tesoro per il futuro".

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner