Carlopoli, tanti colori in Comune con il progetto street art

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Carlopoli, tanti colori in Comune con il progetto street art

  24 luglio 2022 20:28

Con Gulia Urbana abbiamo elaborato un progetto di riqualificazione, attraverso la promozione e la divulgazione della cultura della libera espressione mediante interventi di partecipazione e di decoro urbano.

Come Sindaco intendo riportare Carlopoli e Castagna al massimo splendore, sostenendo soprattutto l’arte e la cultura. Lo scorso anno abbiamo omaggiato la pop art italiana attraverso una mostra di dipinti e in tale importante occasione è stato donato all’Ente comunale un dipinto dal Maestro Soluri. Quest’anno abbiamo pensato alla street art, la forma creativa amata soprattutto dalle giovani generazioni. Triplice obiettivo: riqualificazione, promozione del territorio e sensibilizzazione al rispetto dei luoghi pubblici.

Banner

Per le opere murarie sono state scelte le note artiste argentine, Fio Silva e Milu Correch. La prima, famosa per le sue creature animate dai colori brillanti, ha consegnato alla comunità la sua opera per sensibilizzare la comunità ai temi ambientali, avvicinare le nuove generazioni alle tematiche di rispetto della natura e delle sue risorse. La seconda si concentra principalmente sulle figure mitologiche e antropomorfe, fondendo l'iconografia classica, antica e latino-americana con personaggi di miti moderni. Qui a Carlopoli ha realizzato immagini in movimento per simulare una danza, nella sua opera si è ispirata alla storia di Cecilia Faragò, un evento storico di particolare importanza che portò all’abolizione del reato di stregoneria.

Banner

Per favorire l’integrazione ho chiesto e ottenuto la collaborazione con la cooperativa Medihospes che gestisce a Carlopoli il progetto SAI per la riqualificazione di uno spazio aggregativo a ridosso delcentro di accoglienza per migranti.  SI è così realizzato un laboratorio artistico per la riqualificazione dell’anfiteatro comunale curato dell’artista italiana La Franz. Lo spazio risultava spoglio ed inutilizzato ed il colore predominante era il grigio cemento. Con questo intervento restituiamo questo spazio ai nostri ragazzi, affinché possano essere stimolati ad organizzare le loro attività nel centro storico, un tempo luogo di incontro e di confronto

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner