Catanzaro, a Como prima prova delle capacità reattive dei giallorossi di Calabro. Centrato il passaggio al secono turno di Coppa Italia. Sabato prossimo al "Bentegodi"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, a Como prima prova delle capacità reattive dei giallorossi di Calabro. Centrato il passaggio al secono turno di Coppa Italia. Sabato prossimo al "Bentegodi"
Massimiliano Carlini, centrocampista
  08 agosto 2021 02:13

Aquile inizio scoppiettante. E sabato prossimo bella sfida al Bentegodi di Verona per i giallorossi nel secondo turno di Coppa Italia. Salutare, soprattutto per il tonificare il morale di squadra ed ambiente sportivo di Catanzaro, la vittoria ai rigori della squadra di Calabro a Como.  Comunque è ancora presto avventurarsi in giudizi o fare ipoteche sul futuro. Cioè per il campionato.

In questa fase si raccolgono elementi di valutazione sul funzionamento della programmazione tecnico-tattica e sulle prime risposte agonistiche che la squadra dovrà dare sul campo quando i tre punti diventano in ogni partita questione di vita.

Banner

La prestazione dei giallorossi in casa dei lariani tutt6avia per come si è sviluppata la gara dice che i giallorossi hanno già una buona carica di reazione nervosa per ogni situazione. Il gol del vantaggio lariano uno schiaffo. Calabro ha già iniettato “anticorpi” alla squadra. Quel “reagire ad ogni avversità con determinazione” è più che uno slogan. Quasi una regola fissa.

Banner

E Carlini ha suonato la carica infilando nella rete comense il pallone del pari. Anche il Como ha trovato stimoli per reagire e dentro la porta di Branduani ha infilato il gol del secondo vantaggio. Nervi saldi dei giallorossi e di nuovo fuori le unghie. A due minuti dal termine (88mo) Massimo Verna gioca il suo jolly e va a rete. Tutto da rifare per il Como che spera nei supplementari con un Catanzaro “sfinito”. Errore: i giallorossi cambiano tattica e portano il risultato di 2 a 2 sino alla fine. Rigori.

Banner

E sono sempre una lotteria. Ci pensa Branduani, di mestiere portiere. Due perle del pipelet giallorosso e il Como torna negli spogliatoi con l’amaro in bocca. Finisce 4 a 3 per il Catanzaro la lotteria dei rigori. E tanti saluti a tutti. Una settimana per continuare a crescere per il Catanzaro e al Bentegodi sabato prossimo.

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner