Catanzaro, al MUSMI si è svolto il 3° congresso provinciale dell’ANPI: nominato il nuovo direttivo (I NOMI)

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, al MUSMI si è svolto il 3° congresso provinciale dell’ANPI: nominato il nuovo direttivo (I NOMI)

  05 dicembre 2021 11:20

di CLAUDIA FISCILETTI

La sala 'Giuditta Levato' del MUSMI di Catanzaro ha accolto ieri, 4 dicembre, il 3° congresso provinciale dell’A.N.P.I., preparatorio al 17° congresso nazionale dell’associazione, dal titolo 'Va’ dove ti porta la Costituzione. Unità, antifascismo, rinascita', che si terrà nel Palacongressi di Riccione (RN) tra il 24 e il 27 febbraio prossimi.

Banner

Il congresso è stato inaugurato dal discorso di apertura di Mario Vallone, presidente provinciale uscente, il quale si è concentrato sulla visione che ha l'A.N.P.I. riguardo ai temi caldi di questo periodo, presenti non solo su scala nazionale ma anche regionale. A partire dalla situazione pandemica di cui afferma "siamo certi che non vi erano, non vi sono e non vi saranno altre strade per contenere il covid oltre a quella delle vaccinazioni", all'importanza della memoria e della conoscenza della storia "su cui l'A.N.P.I. dedica molto tempo e s'impegna, da sempre, a risvegliare le coscienze". Vallone, poi, non dimentica i giovani, riferendosi a loro come "coloro che pongono maggiore attenzione sulla questione del cambiamento climatico", oltre a ricordare l'assalto della CGIL dello scorso 9 ottobre, durante una manifestazione dei No Green Pass: "Dopo i primi due giorni molte forze politiche si sono impegnate per richiedere lo scioglimento delle organizzazioni neofasciste ma, adesso, sembra essere caduto tutto nel dimenticatoio. Noi, però, stiamo continuando ad impegnarci su questo fronte e abbiamo rivolto un appello al Presidente Draghi". Per quanto riguarda la Calabria, Vallone pone attenzione sulla questione dell'autonomia differenziata che "sta ripartendo sotto copertura" e delle recenti elezioni regionali dice: "Bisogna interrogarsi sul calo della partecipazione a tutti i livelli, dalle mappe di Ilvo Diamante che si trovano sull’Istituto Demos, risulta un quadro avvilente; in Calabria ha votato il 44,36%, più di metà dell’elettorato è rimasto a casa. Senza esprimere giudizi di merito, ricordiamo che, chi ha vinto, lo ha fatto con il 24% dell’elettorato". Ha concluso, poi, con un sentito ricordo di Carla Nespolo, che fino al 2020 è stata presidente nazionale dell'A.N.P.I.

Banner

Vallone, poi, ha introdotto ai presenti in sala, rispettosi delle disposizioni anti-Covid, i componenti della presidenza di turno del congresso: Carmen Aiello, membro della sezione ANPI di Soverato, Corrado Plastino, presidente della sezione intercomunale del Reventino – che ha presieduto il congresso e moderato gli interventi – e Claudio Maderloni, delegato della segreteria nazionale e ospite dell’assise. 

Banner

Dopo brevi interventi dei membri delle associazioni invitate al congresso come ospiti, tra cui Elvira Iaccino di Libera, Salvatore Passafaro del Partito Democratico ed Enzo Scalese della CGIL Area Vasta, hanno avuto luogo numerosi interventi dei militanti delle sezioni della provincia, i quali hanno toccato in maniera puntuale le varie tematiche esposte nel documento congressuale intitolato Per una nuova fase della lotta democratica antifascista. Gli interventi si sono conclusi con la relazione economica quinquennale presentata dal tesoriere Franco De Munda e con il discorso finale del delegato Claudio Maderloni, il quale ha posto l’accento su "persona, lavoro e socialità, sono tutti aspetti fondamentali che noi dell'A.N.P.I. abbiamo recuperato. La battaglia antifascista si vince se noi riusciamo a creare le condizioni affinché in Europa si crei un ampio movimento antifascista".

I lavori congressuali, durati circa 4 ore, sono terminati con le adempienze statutarie che hanno portato alla votazione unanime di due mozioni e, soprattutto, con l’elezione dei vertici provinciali dell’associazione da parte dei 39 delegati presenti in sala. Gli esiti del voto hanno riconfermato presidente provinciale Mario Vallone, che sarà coadiuvato da un direttivo di 21 unità composto da Pamela Stranieri, Giuseppina Nisticò, Ivana Bevacqua, Carmen Aiello, Maria Luisa Colosimo, Lucia Bonacci, Carmen Giulia Lia, Corrado Plastino, Lino Gigliotti, Ivan E. Russo, Salvatore Borelli, Piero Caprari, Danilo Gatto, Francesco Fera, Fausto Pettinato, Valerio Cuteri, Felice Izzi, Mario Vallone oltre ai 3 componenti che verranno nominati dopo la costituzione della sezione A.N.P.I. di Lamezia Terme. Inoltre, i votanti con potere di delega hanno indicato come loro rappresentanti al congresso di Rimini – oltre a Vallone, delegato d’ufficio – Salvatore Borelli, Marialuisa Colosimo e Giuseppina Nisticò – quest’ultima come delegata supplente.            

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner