Catanzaro, al via la nuova gara per la raccolta differenziata dei rifiuti

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, al via la nuova gara per la raccolta differenziata dei rifiuti

  02 luglio 2024 12:42

Il Comune di Catanzaro guarda alla prevenzione e alla riduzione dei rifiuti per rilanciare la sfida legata alla raccolta differenziata. Un obiettivo messo al centro del nuovo bando di gara, pubblicato sul portale gare e appalti dell’amministrazione, per l’affidamento del servizio di raccolta e trasporto dei rifiuti urbani differenziati per i prossimi cinque anni. L’importo complessivo previsto è di 51 milioni di euro circa.

“Un investimento strategico che guarda al futuro, partendo dai dati consolidati fin dall’avvio del servizio che hanno consentito a Catanzaro di raggiungere una percentuale di differenziata sopra la media nazionale. Partiamo da una base importante che è quella dei cittadini e degli operatori i quali, grazie alla loro fiducia e collaborazione, hanno dimostrato grande spirito di adattamento condividendo la sfida di una città più pulita ed ecosostenibile”, commenta il sindaco Nicola Fiorita. Nello specifico, l’assessore all’Ambiente Giorgio Arcuri spiega che, nel periodo transitorio fino all’aggiudicazione del nuovo servizio, è stata concessa una proroga tecnica di sei mesi al gestore uscente. Inoltre, l’amministrazione ha dovuto procedere con il nuovo bando nelle more del definitivo avvio di Arrical che si occuperà, per tutto il territorio regionale, del ciclo integrato dei rifiuti. 
“La raccolta differenziata per i prossimi anni – continua Arcuri - dovrà tenere conto di un obiettivo primario che riguarda tutti noi da vicino: la riduzione delle quantità di rifiuti da smaltire, che significa poter accorciare i tempi di raccolta e limitare gli impatti ambientali della gestione. I primi risultati, in tal senso, stanno arrivando dalle risposte degli operatori commerciali che hanno ben accolto le recenti variazioni al calendario della raccolta, contribuendo a differenziare meglio e a conferire in maniera più intelligente. A lungo termine, la sfida è quella di limitare, per tutte le utenze, la raccolta dei rifiuti non differenziabili, così da ottenere importanti risultati anche dal punto di vista dei costi di gestione. Una transizione che dovrà essere ben guidata e assistita, ma che sono convinto vedrà ancora una volta i catanzaresi protagonisti di un processo virtuoso”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner