Catanzaro, all’Istituto “de Nobili” si punta sulla formazione dei docenti: corso su DSA/BES con esperti

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, all’Istituto “de Nobili” si punta sulla formazione dei docenti: corso su  DSA/BES con esperti
Angelo Gagliardi, preside Istituto De Nobili Catanzaro

Patrocinato da associazione “Vitambiente” e “Opera San Giorgio Onlus”

  22 marzo 2022 09:47

L’Istituto Superiore di Istruzione “De Nobili” di Catanzaro, diretto dal Dirigente Scolastico il Prof. Angelo Gagliardi, nuovamente dimostra essere una eccellenza cittadina oltre che nazionale, questa volta per la sua attenzione, preparazione e formazione del corpo docenti a tutela dei propri studenti.

Nella giornata  del 21 marzo 2022, durante un corso di formazione degli insegnati, si è tenuta una lezione di formazione dedicata ai disturbi specifici dell’apprendimento e ai bisogni educativi speciali. Rendere il disturbo emotivo più comprensibile ed identificabile, avvicinandolo a tutti noi, attraverso gli insegnanti, per abbattere tabù legati al disagio emotivo sono state solo alcune delle finalità dell’evento. 

Banner

L’incontro ha visto coinvolti, in quelli che saranno altri cicli interattivi, esperti del settore: psicologo, psicoterapeuta, grafologo, educatore DSA/BES, e un giurista.

Banner

Relatori il Dott. Luca Perricelli, grafologo ed educatore dei disturbi specifici dell’apprendimento, Giuditta Lombardo, psicologa e psicoterapeuta, l’Avvocato Rita Parentela, esperta nella legge 170 del 2010, il tutto con la collaborazione dell’Associazione Vitambiente, che svolge attività di sensibilizzazione, informazione, formazione, nei settori dello sviluppo della persona, nel mondo che circonda l’individuo, nella valorizzazione del sistema socio economico, agroalimentare e ambientale; dell’Opera San Giorgio Onlus, associazione benefica che persegue esclusivamente finalità di solidarietà, iniziative di carattere culturale, religioso-sociale, e che promuove attività a tutela e difesa delle persone affette da disturbi dello spettro autistico.

Banner

L’evento dal titolo “L’apprendimento nell’età della scuola del DSA/BES, partendo dalla grafia, fino alla rieducazione” è stata l’occasione per approfondire un tema delicato e di non facile lettura in quanto coinvolge la sfera emotiva dello studente bambino o adolescente e della sua famiglia.

Sono stati trattati, partendo dall’analisi della grafia, le difficoltà di apprendimento e disturbi specifici dell’apprendimento (DSA- dislessia, disgrafia, disortografia e discalculia), chiarendo le peculiarità di questi ultimi, le ragioni psicologiche e neuropsicologiche, l’importanza di una corretta e pronta valutazione basata sull’analisi globale delle molteplici aree, compresa quella dell’analisi grafologica, il vissuto, il contesto familiare e relazionale.

Una corretta valutazione consente di definire l’intervento migliore da applicare, quello più funzionale, ma soprattutto quello che riesce a realizzare una connessione con la scuola, la famiglia, gli educatori, i grafologi e psicologi, perché tutti insieme possono offrire la risposta migliore.

Sono stati trattati anche gli strumenti più adatti in base alle ragioni del disturbo, l’interazione con lo studente che vive queste difficoltà, come aiutarlo a valorizzare le sue potenzialità, come trovare le strategie più efficaci per aumentare l’autostima, ampliare le competenze e raggiungere i propri obiettivi. Tutto questo, come sostenuto dai relatori, tenendo sempre presente che: “L’intervento più efficace da parte dei docenti e dell’educatore deve poter insegnare allo studente cosa deve sapere, cosa deve saper fare, ma in ogni caso, cosa deve essere, perché è la diversità che rende unici gli esseri umani”.

 I relatori e le due  associazioni ringraziano i numerosi partecipanti, nonché il professore Michele Condo’, responsabile alla formazione, mediatore dell’evento, e il Dirigente scolastico il Prof. Angelo Gagliardi.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner