Catanzaro. Ancora disagi per la carenza d'acqua. Stefano Veraldi: "A farne le spese è il quartiere Aranceto"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro. Ancora disagi per la carenza d'acqua. Stefano Veraldi: "A farne le spese è il quartiere Aranceto"
Stefano Veraldi
  28 giugno 2021 16:07

"Continua l’emergenza idrica per alcuni rioni della città, a patire la “fame” d’acqua  è il rione popoloso dell’Aranceto. A dire il vero la situazione di disagio riscontrata da diverso tempo dagli abitanti del quartiere posto a Sud della città non sembra essere una novità. Apparizioni a singhiozzo della fornitura di acqua a qualsiasi ora del giorno o della notte fanno cadere in angosciose ore di attesa i cittadini". Così in una nota  Stefano Veraldi.

"Notevoli e facilmente immaginabili - prosegue - sono le situazioni di disagio che si vengono a creare tra le mura domestiche dei residenti. Tra queste la mancanza di poter effettuare il bucato con le lavatrici che nel frattempo sono diventate custodi di panni fermi. Piatti e quant’altro sostituiti dal classico materiale in plastica ormai sono diventati parte integrante degli usi giornalieri. Per non parlare delle difficolta indicibili di gente che si ritrova a casa a dover assistere malati e infermi impossibilitati a provvedere alla cura personale dei loro assistiti in maniera adeguata".

Banner

"Non solo. I cittadini esasperati, quelli autonomi, - evidenzia -  devono recarsi presso le fontane pubbliche (l’acqua nei serbatoi finisce!) per approvvigionarsi di acqua che servirà almeno per gli scarichi del bagno.  Tutto questo reso ancora più pesante e avvilente dalle attuali giornate di caldo afoso che sembrano non avere termine".

Banner

"Ci si chiede allora come mai non si arrivi a porre fine a questa crisi che assume aspetti inquietanti e misteriosi per le modalità con cui si manifesta. Una pesante condizione di disagio incessante - conclude - che fa irritare i cittadini soprattutto per la mancanza di avvisi da parte degli organi competenti sul perché del persistere di questa grave situazione che li angoscia ormai da lungo tempo".

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner