Catanzaro, Arcuri: "Indetta nuova gara per la differenziata in attesa che l'Arrical individui il gestore"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, Arcuri: "Indetta nuova gara per la differenziata in attesa che l'Arrical individui il gestore"

  02 maggio 2024 11:52

"Nell’ultima seduta di giunta è stato dato il via libera all’indizione della nuova gara per l’affidamento del servizio di raccolta porta a porta, trasporto di rifiuti differenziati e servizi complementari sul territorio comunale". Lo afferma l’assessore all’Ambiente, Giorgio Arcuri, nel riassumere l’iter che ha portato l’amministrazione ad autorizzare l’avvio della procedura ad evidenza pubblica per la selezione del soggetto che sarà incaricato di gestire l’importante servizio.

“La gestione del servizio rifiuti urbani è stato interessata, circa un anno e mezzo fa, da un complessivo riordino delle funzioni con l’istituzione, per legge regionale, dell’ARRICAL e l’adozione di un nuovo modello di gestione del ciclo integrato dei rifiuti, a servizio dei Comuni dell’Ambito Territoriale Ottimale Regionale. La stessa Autorità ha assunto l’onere di avviare le procedure per l’individuazione del gestore unico del servizio. Non avendo, però, ricevuto comunicazione sull’esito della procedura, il Comune di Catanzaro ha responsabilmente deciso di procedere, in via autonoma, con l’indizione della gara per l’affidamento del servizio relativo alla raccolta differenziata dei rifiuti, considerata l’impossibilità di procedere con ulteriori proroghe alla pregressa ditta”.
L’assessore Arcuri evidenzia, ancora, che “per non perdere ulteriore tempo, il settore ambiente ha preliminarmente chiesto al Conai il supporto tecnico per l’aggiornamento del piano dei servizi, da inserire nella procedura di gara per la selezione del nuovo operatore economico del servizio. L’obiettivo, dunque, è quello di preservare la continuità e la qualità di un servizio essenziale per il territorio, che ha visto Catanzaro in questi anni ben distinguersi, in attesa che prenda concretamente corpo il processo di riordino del settore da parte della Regione Calabria”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner