Catanzaro capitale, Speziali replica all'attacco di Carla Rotundo e rilancia contro Luigi de Magistris

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro capitale, Speziali replica all'attacco di Carla Rotundo e rilancia contro Luigi de Magistris
Vincenzo Speziali
  14 aprile 2022 12:37

d VINCENZO SPEZIALI

Replico, in ossequio ad una signora, la quale merita rispetto, non solo per una questione di genere (sono un inguaribile gentiluomo), ma anche perchè, ad occhio e croce, è certamente più age` di me, oltre a precisare due o tre cose, alfine di chiarire qualche sua (di lei o ella, che dir si voglia) castroneria a mezzo stampa.
LEGGI QUI L'INTERVENTO DI CARLA ROTUNDO

Banner

A parte il fatto che se avesse ascoltato bene (mi permetterò in caso di problemi uditivi, in capo alla gentil dama, che certamente non vi sono, di consigliarle un buon otorino), il sottoscritto ha ben dichiarato che con il Sindaco Abramo, ha financo svolto sana competizione elettorale nel lontano 2001 ed io, proprio al Sindaco Abramo, pure recentemente (ragione per cui la signora è altamente poco connessa alla realtà politica coeva!), ho mosso rilievi dal punto di vista 'comportamentali', circa la sua assenza nel gestire le problematiche dello sfarinamento della maggioranza attuale e che lo sosteneva.

Banner

Garbata signora, a fronte di castronerie massmediologiche, si documentasse, poiché anche affermazioni non consone alla realtà dei fatti, producono non solo disinformazione, bensì ignoranza (quest'ultima intesa sia per non conoscenza, sia per coltivazione 'impropria' della non cultura).
RIVEDI LA DIRETTA: Catanzaro Capitale: scintille fra Bosco, Polimeni e Speziali (DIRETTA)

Banner

Aggiungo anche, che è ai napoletani quanto e come la signora deve chiedere e farsi spiegare in quale stato ha lasciato il Dott. De Magistris, le casse comunali: il Sindaco Abramo, viceversa, le consegnerà in maniera opposta e contraria, al beniamino di madame.
Per quanto concerne l'altra illazione -pratica tipica di massaie d'alto bordo e giacobine da strapazzo- ovvero il fastidio con il quale avrei detto "napoletano", è appunto una strumentale falsità, propalata per polemiche nei confronti di chi replica e replicherà con più puntigliosa ironia e implacabile verve (questa volta cercasse ella il significato!), poiché, notoriamente, mia moglie è imparentata (tra gli altri in Europa), oltre che con i Rizk Coburgo di Sassonia Gotha (tale è il cognome della mia coniuge), in Italia con i Principi Colonna a Roma e con i Serra di Cassano a Napoli.

Siccome con tutti abbiamo rapporti costanti (ed io adoro Napoli e là ho chiesto la mano a mia moglie), meno 'fregnacce e figuracce' e più essenzialità.

Poi se De Magistris, non ha i miei parenti - principalmente in loco partenopeo -  sempre madame Rotundo, se la prendesse con lui, poiché io ho ben altro da fare, però mi diverto a mandare la gente - con il mio stile e le relative ragioni - in un luogo dove molti dovrebbero pellegrinare, cioe` al pari di quanto disse Alberto Sordi, in una sua celebre canzone dal titolo "Te c'hanno mai mannato a quer paese?". Spero di essere stato esaustivo, sennò continuiamo alla prossima puntata, con più specifiche.

"E ho detto tutto" (Peppino De Filippo a Totò nel film "LA MALAFEMMINA").

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner