Catanzaro, carico e scarico merci: si punta alla intermodalità

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, carico e scarico merci: si punta alla intermodalità
Palazzo De Nobili a Catanzaro
  08 maggio 2024 10:24

 La giunta comunale, presieduta dal sindaco Nicola Fiorita, ha approvato, su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Raffaele Scalise, il progetto esecutivo "Calmes - Catanzaro Logistica Merci Sostenibile City Logistics", un intervento da oltre 1milione e 400mila euro finanziati sia con fondi della Regione Calabria, in attuazione del Piano regionale dei trasporti, e sia con fondi comunali. Oltre ad approvare il progetto “Calmes” nella sua versione esecutiva, la giunta ha deliberato di demandare al dirigente proponente ogni ulteriore adempimento per l’esecuzione dell’appalto.

Ne dà notizia la consigliera comunale Daniela Palaia, secondo la quale ““Calmes” costituisce uno dei tasselli del quadro complessivo di azioni che l’Amministrazione sta portando avanti per razionalizzare, rendendola più sostenibile, la vita complessiva della città. Tra i vari aspetti su cui è concentrata l’attenzione di Palazzo De Nobili – continua – uno dei principali è appunto quello che riguarda la mobilità. Quest’ultima costituisce infatti uno dei fattori di maggiore criticità per lo sviluppo integrato e sostenibile di Catanzaro, gravata da una condizione di intenso traffico urbano, soprattutto nell’area del centro storico e della Marina, che disincentiva cittadini e utenti dall’accedere a queste  zone, con il conseguente depauperamento del capitale sociale, umano, economico e fisico della città”.
 
“Il progetto esecutivo approvato in giunta – aggiunge Palaia – ruota, in particolare, intorno al carico e scarico merci prevedendo una serie di misure che ne garantiscano il regolare svolgimento, senza che si registrino più le ripercussioni negative che abitualmente gravano sul resto della vita di quartiere. in altre parole, si scommette sulla intemodalità così da garantire la qualità della vita complessiva delle comunità. Nel dettaglio, si punta a regolamentare la movimentazione delle merci attraverso sistemi tecnologici per la gestione e il controllo del loro traffico; a realizzare interventi di regolarizzazione delle ZTL con nuova segnaletica, l’adeguamento degli stalli sosta e la loro trasformazione in aree consegne, l’installazione di dissuasori di sosta e accesso nelle aree ZTL, l’installazione di sistemi automatici informatizzati per il controllo dei varchi d’ingresso con telecamere e lettura targa. Si punta altresì a realizzare due aree sosta esterne alle ZTL su Catanzaro centro e Lido per lo scarico e lo smistamento delle merci dai mezzi più pesanti a quelli leggeri di trasporto; ad acquisire una flotta di veicoli elettrici per il trasporto merci, dimensionati alle ZTL e che verranno distribuiti equamente tra le due aree – conclude la consigliera – per funzioni di last mile delivery”.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner