Catanzaro, cimiteri nel degrado. Gigliotti e Ventura chiedono urgente intervento del centrosinistra

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, cimiteri nel degrado. Gigliotti e Ventura chiedono urgente intervento del centrosinistra

Antonio Gigliotti, ex consigliere comunale e Sabatino Nicola Ventura, ex assessore comunale, si interrogano sullo stato di degrado dei cimiteri del capoluogo, in particolare sulla mancata realizzazione del forno crematorio e di una sala per i riti laici.

  25 maggio 2021 19:02

"Il cimitero è il luogo dove riposano i nostri cari, ma anche tante persone conosciute nel corso della vita. È il luogo in cui riposano per sempre tante personalità che hanno contribuito a determinare la storia e la cultura della nostra comunità. I cimiteri, per ogni visitatore, sono il luogo del più alto raccoglimento intimo: affetti, ricordi, nostalgie, sofferenze si realizzano individualmente ed in comunità in un profondo raccoglimento. È, riteniamo, il sito sacro più significativo del culto della divinità e, nella definizione più ampia, al contenuto di particolare ossequio e sublimazione anche per i cittadini laici".

Inizia così una missiva a firma di Antonio Gigliotti, già consigliere comunale a Catanzaro, e Sabatino Nicola Ventura, già assessore comunale a Catanzaro, sullo stato di degrado dei cimiteri del capoluogo; che prosegue: 

Banner

"Catanzaro ospita quattro cimiteri; il perché, città con poco più di 95mila abitanti, è oggetto di una disamina afferente alla determinazione storica della città, che però non sarà presente in quanto andiamo a scrivere.

In un recente sopralluogo, sollecitati anche da numerosi cittadini, al cimitero di via Paglia, abbiamo constatato, ancora una volta, lo stato inaccettabile delle condizioni in cui versa: profondo abbandono, insufficiente manutenzione e anche, soprattutto in alcune parti, di degrado grave. Il visitatore, inoltre, trova, quasi sempre, i posti d’informazione e gli uffici amministrativi e tecnici chiusi.

Banner

Riteniamo, pertanto, di chiedere all’Amministrazione Comunale di assumere con tutta urgenza ogni utile iniziativa per ripristinare in modo decoroso il cimitero di via Paglia, e gli altri cimiteri della città. Chiediamo anche di predisporre un progetto complessivo di ristrutturazione per dare ai defunti ed alla comunità luoghi dignitosi, e degni di una città civile. Chiediamo, ancora, un particolare recupero delle tombe delle persone illustri; anche assicurare particolare sepoltura agli insigni defunti che spesso, soprattutto per le generazioni più giovani, non sono facilmente identificabili e privi di esplicitazioni per comprendere le loro specifiche qualità".

"Riteniamo giusto -scrivono- invitare i rappresentanti dei partiti di Centro-Sinistra, in delegazione, a svolgere un sopralluogo nei cimiteri cittadini.

Ci corre l’obbligo richiamare l’attenzione su due aspetti molto importanti per Catanzaro, ma anche per la Calabria tutta. Ci riferiamo alla realizzazione del forno crematorio (la struttura è ultimata già dall’allora Amministrazione Olivo). Manca il forno, che si sarebbe dovuto ottenere attraverso un finanziamento della Regione. Chiediamo di sapere quale iniziative sono state avviate in questi anni dall’Amministrazione Abramo per ottenere quanto necessario per la definitiva realizzazione e utilizzo.

In Calabria, guarda caso, opera un forno realizzato da privati. A Catanzaro sono state spese ingenti somme per realizzare il primo forno pubblico della Calabria, ma l’inerzia, riteniamo e ci auguriamo non appositamente voluta, non permette ancora la definizione dell’annosa questione.

Catanzaro non ha in funzione, è stata chiesta e proposta numerose volte, una sala per i riti laici. L’Amministrazione Comunale ne ha realizzata una al cimitero di via Paglia, nello stesso edificio, adiacente, che dovrà ospitare il forno crematorio (riteniamo la scelta sbagliata per il luogo e insufficiente nello spazio, ma in ogni caso da utilizzare subito in attesa di meglio). La stessa pronta da anni, è diventata un deposito. L’edificio stesso, tutto, è precluso all’accesso.

Chiediamo un urgente intervento delle forze del centro- Sinistra al fine di sbloccare tale grave situazione".

 

                                                                                       

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner