Catanzaro, città accogliente. Ma se ti scappa la pipì chi ti accoglie?

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, città accogliente. Ma se ti scappa la pipì chi ti accoglie?
I bagni pubblici di piazza Matteotti
  02 agosto 2019 16:59

di ENZO COSENTINO

Parliamo un pò di bagni pubblici nella Città di Catanzaro, capoluogo di regione. Si, quelli per i quali a Palazzo de Nobili si è discusso negli anni, e amministrazioni, passati.

Banner

E’ vero che un vespasiano o diurno non è un opera d’arte (ma potrebbe anche esserlo!), ma è pur sempre un servizio di pubblica utilità, specie in una città che sostiene di “essere accogliente”. Ebbene, oggi i “diurni” storici di Catanzaro sono lasciati nel più assoluto degrado. Inutilizzate e inutilizzabili. Tanto si sopperisce alla bisogna, usufruendo delle toilette di Bar ed esercizi pubblici affini.  Vanificate, quindi, tante  battaglie e discussioni nelle sedi deputate a Palazzo de Nobili fatte a suo tempo per le ristrutturazioni di sana pianta.

Banner

Il riferimento è al Diurno di Piazza Matteotti, difronte al Tribunale, allo storico diurno su Scesa Leone lungo Corso Mazzini, a quello di Pontegrande (ex sede del Mercato rionale). E chi conserva ancora un pò di memoria storica di questa ex bella città (della tramvia e dello “stretto” sul Corso e di altro), può ricordare ad esempio il fervore con cui consiglieri comunali (interventi infuocati riportati anche dalla stampa dell’epoca del “compagno” Antonio Gigliotti) fecero battaglie riuscendo a smuovere acque stagnanti a livello di amministrazione ottenendo appunto il risultato di ripristinare e renderle funzionali le strutture. Per il decoro anche della Città. Soldi se ne sono spesi, ma è il caso di dire andati in fumo. La gestione data alla Catanzaro Servizi non è servita ad evitare l’abbandono.

Banner

Servono o non servono dunque i diurni a Catanzaro? Se si, perché – suggeriva Antonio Gigliotti- non affidare la gestione con bando pubblico di interesse a cooperative di giovani? 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner