Catanzaro. Corsi: "Gettonopoli è davvero l'unico procedimento per cui il Comune deve costituirsi parte civile?"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro. Corsi: "Gettonopoli è davvero l'unico procedimento per cui il Comune deve costituirsi parte civile?"
Antonio Corsi
  22 maggio 2021 17:49

di JONNY CORSI*

La costituzione del comune di Catanzaro come parte civile nel procedimento “Gettonopoli” è un atto dovuto. Se è così e soprattutto se il tutto risponde all’atto di indirizzo votato dal Consiglio comunale nel 2018 che ha sancito in modo inequivocabile la costituzione dell’Ente in tutti i procedimenti lesivi dell’immagine ed aggiungiamo noi, del buon nome dell’Amministrazione comunale, allora il percorso è ampiamente chiaro e non necessita di ulteriori dibattiti sulla necessità di tutelare nel concreto l’immagine della città. E’ compito di una sana Amministrazione operare in maniera chiara, trasparente e soprattutto imparziale.

Banner

Assunto il principio come un percorso valido, quello che francamente non necessitava di un pronunciamento del Consiglio comunale, che ha sancito un fatto peraltro abbastanza scontato, allora l’assessore Russo dovrebbe informare, in modo dettagliato, l’opinione pubblica e quindi la città se il comune di Catanzaro si è regolarmente costituito come parte civile in altri processi, alcuni dei quali in fase di dibattimento, che hanno avuto grande clamore mediatico o su altre inchieste che hanno colpito o lambito l’Amministrazione quando si arriverà, magari, alla richiesta di rinvio a giudizio degli indagati dalla Procura di Catanzaro.

Banner

Si tratta di un’informazione molto importante per capire se al comune di Catanzaro si adottano due pesi e due misure oppure se l’immagine dell’Amministrazione viene tutelata anche se in alcuni procedimenti sono coinvolti i vertici politici e burocratici della stessa. Il dibattito sulla costituzione di parte civile del comune di Catanzaro non può limitarsi strumentalmente solo sulla vicenda cosiddetta di Gettonopoli, rispetto alla quale c’è pure la variabile dell’archiviazione per la “tenuità del fatto”, ma impone all’assessore Russo ed all’intera giunta del governo Abramo di rispondere oggi, in anticipo sulla conclusione di altre attività di indagine della locale Procura come Farmabusiness, Basso Profilo e Corvo. Per come si impone la stessa risposta su come si sia determinata l’Amministrazione sulle inchieste storiche come Multopoli e Catanzaropoli, considerato che a memoria ci risulta la costituzione di parte civile del comune di Catanzaro solo nell’inchiesta “Eumenidi” che ha interessato la SACAL e più specificatamente la posizione dell’ex presidente Massimo Colosimo…

Banner

Non si stupirà l’assessore Russo se gli chiediamo nel dettaglio le costituzioni di parte civile del comune di Catanzaro in processi per reati contro l’Amministrazione degli ultimi dieci anni in modo che i cittadini possano farsi un’opinione in materia, valutando autonomamente se la regola è univoca o risponde al criterio dei due pesi, ma soprattutto se i silenzi imbarazzanti del sindaco Abramo hanno bisogno del supplente.

*consigliere comunale del gruppo misto 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner