Catanzaro, Costanzo e Russo: “Finisce lo stato di emergenza e scadono i contratti Covid al Pugliese, quali soluzioni per il personale sanitario?”

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro, Costanzo e Russo: “Finisce lo stato di emergenza e scadono i contratti Covid al Pugliese, quali soluzioni per il personale sanitario?”
L'ospedale "Pugliese Ciaccio"
  15 febbraio 2022 15:37

Dichiarazione dei consiglieri comunali di Catanzaro, Manuela Costanzo e Danilo Russo.

 “Il prossimo 31 marzo, da previsioni, scadrà lo stato di emergenza e con questo termine anche il personale sanitario assunto con contratti covid vedrà terminare il proprio incarico. E’ un problema di non poco conto per tutte le aziende sanitarie ed ospedaliere, in primis il Pugliese-Ciaccio che in questi ultimi due anni ha potuto in parte sopperire alle lacune di organico, in tutti i reparti, grazie ad infermieri e Oss reclutati per far fronte all’emergenza covid.

Banner

Il paradosso è che, prima della scadenza dei contratti, lo stesso personale dovrebbe essere mandato in ferie forzate, per i giorni di congedo con goduti, ma di fatto i coordinatori dei reparti non sanno come gestire questa grana vista l’impossibilità di coprire tutti i turni di lavoro. Perché le aziende non hanno pensato a programmare prima le soluzioni che oggi si rendono necessarie, senza aspettare sempre l’ultimo minuto e costringendo interi reparti a lavorare in perenne apnea? Al di là dei contratti covid, destinati prima o poi a scadere, perché non sono stati banditi anzitempo i concorsi per reclutare le figure indispensabili per garantire un’assistenza sanitaria adeguata?

Banner

A Catanzaro si aggiunge anche la coincidenza delle imminenti elezioni amministrative che auspichiamo non vadano ad influire sulle dinamiche legate al personale. La commissione consiliare alle politiche sociali e alla sanità chiede, perciò, un incontro con il commissario, il direttore amministrativo e i due direttori sanitari di presidio dell’azienda Pugliese-Ciaccio, unitamente con delegati della Regione, per fare chiarezza sulla situazione in atto e le prossime determinazioni da valutare per scongiurare il rischio di gravi disservizi nel principale hub del Capoluogo e non solo”.

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner