Catanzaro. Destino incerto per il Museo delle Carrozze, frizioni fra i proprietari e il sindaco

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro. Destino incerto per il Museo delle Carrozze, frizioni fra i proprietari e il sindaco

  19 agosto 2021 12:46

C'è maretta sul destino delle carrozze del Museo in parte bruciato dalle fiamme dell'incendio di Siano dei giorni scorsi. Nonostante il recente sopralluogo sul posto del sindaco Sergio Abramo, la famiglia De Paula, che ha la proprietà del patrimonio, non sembra intenzionata ad alcuna donazione all'amministrazione comunale e soprattutto fa pesare che già prima del rogo era stata formulata una proposta di comodato d'uso delle carrozze, non tenuta in considerazione dal Comune. A questo punto gli eredi De Paula potrebbero fare da soli.

Il sindaco Abramo precisa: "Stupisce, per certi versi, la posizione assunta dai proprietari dei beni rispetto ad una proposta che l’amministrazione aveva formulato, in tempi rapidissimi, per salvare e trovare una collocazione temporanea alla collezione delle carrozze che, pur essendo privata, rappresenta un patrimonio di grande valore per tutta la città".

Banner

"Avevo avuto già modo di ribadire -prosegue-, nelle scorse settimane, che l’amministrazione non ha, allo stato attuale, una sua sede espositiva idonea per ospitare in modo permanente il museo delle carrozze. Nell’attesa di poter reperire i finanziamenti necessari allo scopo, e visto il precipitarsi degli eventi a seguito degli incendi che hanno danneggiato anche la struttura del podere, ad ogni modo abbiamo avanzato alla famiglia De Paula la proposta di collocare, in via temporanea, l’intera collezione in una sede sicura. Un passaggio che richiede a monte, necessariamente, un atto di donazione o di comodato d’uso gratuito dei beni privati, anche solo per un congruo numero di anni, per poter impegnare somme dell’amministrazione. Visto, inoltre, l’interessamento registrato con la presentazione di una mozione in Consiglio comunale, sulla questione l’amministrazione si è impegnata ad individuare tutte le possibili soluzioni, entro i limiti che le competono, anche per le disponibilità finanziarie.  Nel prendere atto della volontà della famiglia, ribadisco che la nostra attenzione è volta, unicamente, a salvaguardare quello che è un patrimonio storico e culturale della città”.

Banner

Banner

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner