Catanzaro. E' Chiara Marsili la barlady più brava d'Italia: ha vinto i campionati ABI con il suo "Luigi XIV"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro. E' Chiara Marsili la barlady più brava d'Italia: ha vinto i campionati ABI con il suo "Luigi XIV"
La campionessa nazionale, Chiara Marsili

E' catanzarese e si chiama Chiara Marsili la campionessa nazionale della più prestigiosa gara tra barman e barladies d'Italia, quella di Abi Professional.

  29 ottobre 2021 19:20

di ANNA TRAPASSO

E' catanzarese e si chiama Chiara Marsili la campionessa nazionale della più prestigiosa gara tra barman e barladies d'Italia, quella di Abi Professional.

Banner

Uno dei volti più celebri, affascinanti e decisi del bartending calabrese, i cui drink raramente di dimenticano una volta assaggiati, Chiara Marsili perfeziona i suoi signature drinks,  vere e proprie "esperienze da gustare", al bancone del suo Botà Spirits&More, lounge bar raffinato e di tendenza nel quartiere marinaro della città. 

Banner

Con il suo "Luigi XVI" Chiara, appena trentenne e dall'esperienza più che decennale, si è aggiudicata il primo posto assoluto al concorso che si è tenuto nei giorni scorsi a Saint-Vincent (Aosta) e ha visto sfidarsi vis à vis nei saloni del Grand Hotel Billia tutti i finalisti dei concorsi Interregionali 2020 e 2021, finalmente in presenza, in una finalissima da capogiro.

Banner

 

Alla presenza di una giuria di altissima caratura -composta da da Alberto Levi (Associazione italiana sommelier), Pietro Billia (Federazione italiana cuochi), Giovanni Chiarella (consigliere nazionale Aibes), Francesco Guidugli (presidente Solidus Turismo) e Alberto Lupini, direttore Italia a Tavola- e di concorrenti talentuosi e di grande esperienza, Chiara Marsili ha sbaragliato tutti con un drink elegante, raffinato, ma dal carattere deciso...proprio come lei. 

L’evento, sponsorizzato anche dalla Regione Autonoma Valle D’Aosta, ha visto la presenza di autorità regionali e locali, brand ambassador e dirigenti delle più famose aziende liquoristiche e alimentari.

Non è semplice descrivere a parole un'esperienza sensoriale quale la degustazione di un drink che è ...campione d'Italia! Occorre dedicare del tempo alla conoscenza dei suoi ingredienti, all'ascolto di chi lo ha ideato, alle emozioni che -non appena stimolati i sensi- si scatenano alla degustazione.

Vi lasciamo, però la ricetta del Luigi XIV, certi che presto vogliate andare a degustarlo direttamente dalle mani di chi lo ha creato:

  • Wild Turquey 20 ml

  • Laphroaig Lore 10 ml

  • Chamboard 20 ml

  • 3 dash di bitter Truth chocolate

  • Decorazione di cioccolato fondente al 64%, Crema gianduia, arancia, lampone disidratato, foglie di germoglio di acetosella

 

 

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner