Catanzaro. Gli studenti del "De Nobili" sfidano la pandemia: online i progetti "Fiaba in movimento" e "Viviamo in positivo"

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on whatsapp
images Catanzaro. Gli studenti del "De Nobili" sfidano la pandemia: online i progetti "Fiaba in movimento" e "Viviamo in positivo"

La situazione emergenziale dovuta al Covid-19 ha causato uno stop generale di tutti i teatri di Italia ma non ha fermato la forza di volontà degli studenti del De Nobili che hanno trasformato le piattaforme streaming in un simpatico “palcoscenico virtuale” esibendosi per spettatori di tutte le età.

  01 giugno 2021 21:10

Anno proficuo per l’I.I.S. “ G. De Nobili “di Catanzaro, diretto dal Dirigente Scolastico Angelo Gagliardi che, nonostante gli ostacoli posti da una pandemia ancora in atto, porta a compimento diversi importanti progetti volti allo sviluppo dell’emotività verso il sociale.

Il progetto “Fiaba in Movimento… la scuola verso il sociale”, pietra miliare dell’Istituto cittadino, nato dalla volontà di valorizzare l’oggettiva importanza del teatro nelle scuole, ha reso “la drammatizzazione” un elemento fondante nella vita scolastica degli studenti grazie anche alle collaborazioni instaurate negli anni con diversi Enti esterni ed  Associazioni di volontariato che hanno offerto l’opportunità ai giovani studenti di esibirsi nei reparti di Pediatria ed Oncologia pediatrica dell’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio”, oltre che in varie strutture private, come L’Oasi di Padre Pio del quartiere marinaro.  

Banner

Il progetto, nato dall’idea di rivisitare alcune fiabe classiche e di rielaborare in chiave comica alcuni classici come “l’Odissea”, “I Promessi Sposi”, Giulietta e Romeo, la Divina Commedia, funge da stimolo agli allievi delle varie classi che possono mettersi in gioco e dare libero sfogo alle proprie emozioni, sotto la guida premurosa della prof.ssa Brunella Badolato, veterana regista, ideatrice e coordinatrice del progetto.    

Banner

Quest’anno la situazione emergenziale dovuta al Covid-19 ha, purtroppo, causato uno stop generale di tutti i teatri di Italia ma non ha fermato "la forza di volontà" della docente e dei suoi studenti che hanno trasformato le piattaforme streaming in un simpatico “palcoscenico virtuale” esibendosi per spettatori di tutte le età.      

Banner

Con queste modalità la classe 3^C dell’indirizzo Scienze si è cimentata nello spettacolo virtuale del classico “ Mago di Oz”,e si cimenterà in modalità live il prossimo 4 Giugno per i bambini della scuola “New Summer Hill”, per gli ospiti dell’Associazione Tribunale per la Difesa del Minore. Inoltre la classe 5^C dello stesso indirizzo, dopo la performance natalizia di “Christmas Carol”, chiude il suo percorso teatrale e scolastico prima di affrontare l’Esame di Stato, realizzando uno spettacolo teatrale online dal titolo “Il Genio in famiglia racconta Biancaneve”, fondendo in un unico spettacolo in stile sitcom due grandi classici del panorama fiabesco: “Il Genio della lampada” in una versione moderna e la classica storia di “Biancaneve”, perseguendo, dunque, gli obiettivi principali del progetto quali: la pratica dell’inclusione e della socializzazione, l’utilizzo della creatività in relazione alle modalità espressive e corporee, l’acquisizione della capacità di andare oltre i perimetri forniti. 

Mi piace lavorare ad un’idea di teatro che esuli dalla solita recita preconfezionata, che miri bensì allo sviluppo del “linguaggio teatrale” come strumento per educare, per tirar fuori, per far mettere in discussione gli allievi e far capire loro ciò che di più conta, donarsi agli altri e coltivare l’empatia”. Sono queste le parole della prof.ssa Badolato, coordinatrice anche del progetto “Viviamo in Positivo” in collaborazione con l’associazione “Clown VIP Catanzaro” che ha visto l’adesione, tramite modalità telematica, di alcuni allievi delle classi 5^A e C dell’indirizzo Scienze Umane. Una collaborazione che viste le numerose richieste di partecipazione ed il successo riscosso lo scorso anno è stata riproposta agli studenti che hanno accettato con entusiasmo.         

“Una carica di pensieri positivi ha attraversato i nostri cuori oltre che i nostri schermi facendoci sentire unite anche se non fisicamente” affermano le ragazze, soddisfatte di aver fatto parte di un progetto basato sul volontariato carico di  emotività, di giochi catartici per scaricare lo stress di una giornata, di laboratori aventi l’obiettivo di educare ad una concezione positiva della vita, di riflessioni volte all’interesse ed alla cura emotiva dei più deboli, ma soprattutto di allegria, necessaria in un momento in cui alienazione e sconforto prendono facilmente il sopravvento: "Grazie fantastici Clown Vip di Catanzaro!".

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner